MARCONIFORUM
Benvenuto nel forum dell'I.C. "G. Marconi" di Cassola -VI-.
Alcune funzioni del forum sono visibili a tutti, ma per partecipare devi iscriverti, compilando la richiesta di iscrizione e attendendo quindi l'invio di una mail di conferma al tuo indrizzo di posta elettronica.
Tutti i contributi sono graditi purchè espressi in modo educato e rispettoso nei confronti di terzi.
Alcune aree del forum rimangono comunque riservate e l'accesso alle stesse deve essere ulteriormente autorizzato dai moderatori. Ti aspettiamo!
Buona navigazione
MARCONIFORUM
MARCONIFORUM

Forum dedicato ad alunni, insegnanti, genitori, personale ata e di segreteria, ex alunni e simpatizzanti dell'I.C. Marconi di Cassola -VI-
 
IndiceIndice  CalendarioCalendario  FAQFAQ  CercaCerca  RegistratiRegistrati  Accedi  
Argomenti simili
Ultimi argomenti
» Vittorio Torneo di calcio di Carnevale
Dom 10 Mar 2013, 09:29 Da Bizz_otto_m

» Seminario ADI
Sab 19 Gen 2013, 23:43 Da Stefano

» Classi 2.0
Mer 02 Gen 2013, 03:43 Da mariangela

» Sondaggio colore forum (by Francesco)
Mar 25 Dic 2012, 09:15 Da Stefano

» Flipped Classroom
Lun 03 Dic 2012, 03:49 Da Stefano

» MUSICA PREFERITA DA RAGAZZI O PROFESSORESSE
Mar 27 Nov 2012, 01:43 Da elia99

» LET'S KEEP IN TOUCH
Lun 12 Nov 2012, 22:33 Da mariangela

» zaini troppo pesanti
Mer 24 Ott 2012, 07:56 Da Stefano

» 2012 materia preferita
Sab 22 Set 2012, 02:21 Da harry styles (veronica)

Cerca
 
 

Risultati secondo:
 
Rechercher Ricerca avanzata
Navigazione
 Portale
 Forum
 Lista utenti
 Profilo
 FAQ
 Cerca
Nativi digitali e scuola
Media education
Classe 2.0

Condividere | 
 

 Esperimento letterario 2

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Vai alla pagina : 1, 2  Seguente
AutoreMessaggio
Alessandro

avatar

Messaggi : 379
Data d'iscrizione : 01.12.10
Età : 19
Località : Fellette

MessaggioTitolo: Esperimento letterario 2   Mer 01 Dic 2010, 10:27

le regole sono come quelle della discussione precedente.

La neve continuava a scendere, impetuosamente, era sera tardi, il camino mi teneva caldo.. C'era un silenzio "nirvana", la pace assoluta, il villaggio dormiva. Allora presi il lume e andai in cantina, con un bel tè caldo.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.facebook.com/pages/R-H-C-P/114049978662582
mariangela
Admin
avatar

Messaggi : 843
Data d'iscrizione : 14.09.10
Località : San Giuseppe di Cassola

MessaggioTitolo: Re: Esperimento letterario 2   Mer 01 Dic 2010, 11:06

La neve continuava a scendere, impetuosamente, era sera tardi, il camino mi teneva caldo.. C'era un silenzio "nirvana", la pace assoluta, il villaggio dormiva. Allora presi il lume e andai in cantina, con un bel tè caldo.
Presi lo scatolone della mia fantastica collezione di vinili e quando lo aprii il mio sguardo si incrociò con quello intenso di Kurt Cobain che mi fissava dalla copertina dell'ultimo 33 giri dei Nirvana.
La tazza di tè mi cadde di mano...Kurt mi aveva fatto l'occhiolino!
Tornare in alto Andare in basso
Alessandro

avatar

Messaggi : 379
Data d'iscrizione : 01.12.10
Età : 19
Località : Fellette

MessaggioTitolo: Re: Esperimento letterario 2   Gio 02 Dic 2010, 02:20

La neve continuava a scendere, impetuosamente, era sera tardi, il camino mi teneva caldo.. C'era un silenzio "nirvana", la pace assoluta, il villaggio dormiva. Allora presi il lume e andai in cantina, con un bel tè caldo.
Presi lo scatolone della mia fantastica collezione di vinili e quando lo aprii il mio sguardo si incrociò con quello intenso di Kurt Cobain che mi fissava dalla copertina dell'ultimo 33 giri dei Nirvana.
La tazza di tè mi cadde di mano...Kurt mi aveva fatto l'occhiolino!
Che stranezza! Ero molto impaurita, ma allo stesso tempo ero curiosissimo, io lo ammiravo,Kurt, sarebbe stato fantastico parlarci, allora presi l'album, l'immagine mi guardava fissa negli occhi, e sentivo una voce, un po' rauca che mi girava in testa, non capivo le parole, credo sia una specie di dialetto americano... Ero spaventato, ma la mia curiosità mi spingeva a scoprire cosa poteva essere!
Tornare in alto Andare in basso
http://www.facebook.com/pages/R-H-C-P/114049978662582
Marta
Admin
avatar

Messaggi : 818
Data d'iscrizione : 12.09.10
Età : 43
Località : san Giuseppe di Cassola

MessaggioTitolo: Re: Esperimento letterario 2   Gio 02 Dic 2010, 02:46

La neve continuava a scendere, impetuosamente, era sera tardi, il camino mi teneva caldo.. C'era un silenzio "nirvana", la pace assoluta, il villaggio dormiva. Allora presi il lume e andai in cantina, con un bel tè caldo.
Presi lo scatolone della mia fantastica collezione di vinili e quando lo aprii il mio sguardo si incrociò con quello intenso di Kurt Cobain che mi fissava dalla copertina dell'ultimo 33 giri dei Nirvana.
La tazza di tè mi cadde di mano...Kurt mi aveva fatto l'occhiolino!
Che stranezza! Ero molto impaurito, ma allo stesso tempo ero curiosissimo, io lo ammiravo,Kurt, sarebbe stato fantastico parlarci, allora presi l'album, l'immagine mi guardava fissa negli occhi, e sentivo una voce, un po' rauca che mi girava in testa, non capivo le parole, credo sia una specie di dialetto americano... Ero spaventato, ma la mia curiosità mi spingeva a scoprire cosa poteva essere!
Ascoltai con attenzione sembrava il ritornello di Smell like ten spirit...ero rapito da questa voce. Tentavo di distrarmi, di pensare ad altro; mi feci un panino, provai a studiare ma la mia testa non mi permetteva di distrarmi da quanto era successo. Presi la chitarra e, dopo i primi accordi, mi resi conto che stavo suonando proprio Smell like ten spirit. Mai avevo suonato così bene!
Tornare in alto Andare in basso
http://www.marconi.forumattivo.com
Alessandro

avatar

Messaggi : 379
Data d'iscrizione : 01.12.10
Età : 19
Località : Fellette

MessaggioTitolo: Re: Esperimento letterario 2   Gio 02 Dic 2010, 02:49

La neve continuava a scendere, impetuosamente, era sera tardi, il camino mi teneva caldo.. C'era un silenzio "nirvana", la pace assoluta, il villaggio dormiva. Allora presi il lume e andai in cantina, con un bel tè caldo.
Presi lo scatolone della mia fantastica collezione di vinili e quando lo aprii il mio sguardo si incrociò con quello intenso di Kurt Cobain che mi fissava dalla copertina dell'ultimo 33 giri dei Nirvana.
La tazza di tè mi cadde di mano...Kurt mi aveva fatto l'occhiolino!
Che stranezza! Ero molto impaurito, ma allo stesso tempo ero curiosissimo, io lo ammiravo,Kurt, sarebbe stato fantastico parlarci, allora presi l'album, l'immagine mi guardava fissa negli occhi, e sentivo una voce, un po' rauca che mi girava in testa, non capivo le parole, credo sia una specie di dialetto americano... Ero spaventato, ma la mia curiosità mi spingeva a scoprire cosa poteva essere!
Ascoltai con attenzione sembrava il ritornello di Smell like ten spirit...ero rapito da questa voce. Tentavo di distrarmi, di pensare ad altro; mi feci un panino, provai a studiare ma la mia testa non mi permetteva di distrarmi da quanto era successo. Presi la chitarra e, dopo i primi accordi, mi resi conto che stavo suonando proprio Smell like ten spirit. Mai avevo suonato così bene!
Partii con un assolo da urlo, ma come poteva essere? non distinguevo nemmeno il bending dal distortore artificiale, chiusi gli occhi le mani andavano velocissime, mi bruciavano dalla velocità. La mia Fender reggeva, le corde per fortuna non erano di plastica, le avevo già cambiate.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.facebook.com/pages/R-H-C-P/114049978662582
mariangela
Admin
avatar

Messaggi : 843
Data d'iscrizione : 14.09.10
Località : San Giuseppe di Cassola

MessaggioTitolo: Re: Esperimento letterario 2   Gio 02 Dic 2010, 09:59

La neve continuava a scendere, impetuosamente, era sera tardi, il camino mi teneva caldo.. C'era un silenzio "nirvana", la pace assoluta, il villaggio dormiva. Allora presi il lume e andai in cantina, con un bel tè caldo.
Presi lo scatolone della mia fantastica collezione di vinili e quando lo aprii il mio sguardo si incrociò con quello intenso di Kurt Cobain che mi fissava dalla copertina dell'ultimo 33 giri dei Nirvana.
La tazza di tè mi cadde di mano...Kurt mi aveva fatto l'occhiolino!
Che stranezza! Ero molto impaurito, ma allo stesso tempo ero curiosissimo, io lo ammiravo,Kurt, sarebbe stato fantastico parlarci, allora presi l'album, l'immagine mi guardava fissa negli occhi, e sentivo una voce, un po' rauca che mi girava in testa, non capivo le parole, credo sia una specie di dialetto americano... Ero spaventato, ma la mia curiosità mi spingeva a scoprire cosa poteva essere!
Ascoltai con attenzione sembrava il ritornello di Smell like ten spirit...ero rapito da questa voce. Tentavo di distrarmi, di pensare ad altro; mi feci un panino, provai a studiare ma la mia testa non mi permetteva di distrarmi da quanto era successo. Presi la chitarra e, dopo i primi accordi, mi resi conto che stavo suonando proprio Smell like ten spirit. Mai avevo suonato così bene!
Partii con un assolo da urlo, ma come poteva essere? non distinguevo nemmeno il bending dal distortore artificiale, chiusi gli occhi le mani andavano velocissime, mi bruciavano dalla velocità. La mia Fender reggeva, le corde per fortuna non erano di plastica, le avevo già cambiate.
Suonavo da sballo, mi sentivo il re del grunge e mentre le mie mani volavano sulle corde della mia Fender alla mia performance si unì un basso divino.I drums cominciarono a fare la loro parte,le tastiere giravano a 1000.
Fu la migliore esecuzione che avessi mai sentito di Smells like teen spirit e Io!!! c'ero dentro, in prima persona
Tornare in alto Andare in basso
Alessandro

avatar

Messaggi : 379
Data d'iscrizione : 01.12.10
Età : 19
Località : Fellette

MessaggioTitolo: Re: Esperimento letterario 2   Gio 02 Dic 2010, 10:08

La neve continuava a scendere, impetuosamente, era sera tardi, il camino mi teneva caldo.. C'era un silenzio "nirvana", la pace assoluta, il villaggio dormiva. Allora presi il lume e andai in cantina, con un bel tè caldo.
Presi lo scatolone della mia fantastica collezione di vinili e quando lo aprii il mio sguardo si incrociò con quello intenso di Kurt Cobain che mi fissava dalla copertina dell'ultimo 33 giri dei Nirvana.
La tazza di tè mi cadde di mano...Kurt mi aveva fatto l'occhiolino!
Che stranezza! Ero molto impaurito, ma allo stesso tempo ero curiosissimo, io lo ammiravo,Kurt, sarebbe stato fantastico parlarci, allora presi l'album, l'immagine mi guardava fissa negli occhi, e sentivo una voce, un po' rauca che mi girava in testa, non capivo le parole, credo sia una specie di dialetto americano... Ero spaventato, ma la mia curiosità mi spingeva a scoprire cosa poteva essere!
Ascoltai con attenzione sembrava il ritornello di Smell like ten spirit...ero rapito da questa voce. Tentavo di distrarmi, di pensare ad altro; mi feci un panino, provai a studiare ma la mia testa non mi permetteva di distrarmi da quanto era successo. Presi la chitarra e, dopo i primi accordi, mi resi conto che stavo suonando proprio Smell like ten spirit. Mai avevo suonato così bene!
Partii con un assolo da urlo, ma come poteva essere? non distinguevo nemmeno il bending dal distortore artificiale, chiusi gli occhi le mani andavano velocissime, mi bruciavano dalla velocità. La mia Fender reggeva, le corde per fortuna non erano di plastica, le avevo già cambiate.
Suonavo da sballo, mi sentivo il re del grunge e mentre le mie mani volavano sulle corde della mia Fender alla mia performance si unì un basso divino.I drums cominciarono a fare la loro parte,le tastiere giravano a 1000.
Fu la migliore esecuzione che avessi mai sentito di Smells like teen spirit e Io!!! c'ero dentro, in prima persona.
Ma ad un tratto, tutto si fermò e scomparirono tutti, ero li da solo, ma ad un certo punto la mia mano inizia a suonare Snow dei red hot chili peppers!
Mi sembra impossibile, Chad Smith, suona la batteria con furore, Kiedis si prepara a cantare e Flea, suona pazzamente il suo basso.
Mi giro e Kiedis mi ride, come Chad e Flea che mi fa l'occhilino.
Sentivo la musica nelle vene, era un sogno, non ci credevo!
Tornare in alto Andare in basso
http://www.facebook.com/pages/R-H-C-P/114049978662582
mariangela
Admin
avatar

Messaggi : 843
Data d'iscrizione : 14.09.10
Località : San Giuseppe di Cassola

MessaggioTitolo: Re: Esperimento letterario 2   Sab 04 Dic 2010, 02:59

La neve continuava a scendere, impetuosamente, era sera tardi, il camino mi teneva caldo.. C'era un silenzio "nirvana", la pace assoluta, il villaggio dormiva. Allora presi il lume e andai in cantina, con un bel tè caldo.
Presi lo scatolone della mia fantastica collezione di vinili e quando lo aprii il mio sguardo si incrociò con quello intenso di Kurt Cobain che mi fissava dalla copertina dell'ultimo 33 giri dei Nirvana.
La tazza di tè mi cadde di mano...Kurt mi aveva fatto l'occhiolino!
Che stranezza! Ero molto impaurito, ma allo stesso tempo ero curiosissimo, io lo ammiravo,Kurt, sarebbe stato fantastico parlarci, allora presi l'album, l'immagine mi guardava fissa negli occhi, e sentivo una voce, un po' rauca che mi girava in testa, non capivo le parole, credo sia una specie di dialetto americano... Ero spaventato, ma la mia curiosità mi spingeva a scoprire cosa poteva essere!
Ascoltai con attenzione sembrava il ritornello di Smell like ten spirit...ero rapito da questa voce. Tentavo di distrarmi, di pensare ad altro; mi feci un panino, provai a studiare ma la mia testa non mi permetteva di distrarmi da quanto era successo. Presi la chitarra e, dopo i primi accordi, mi resi conto che stavo suonando proprio Smell like ten spirit. Mai avevo suonato così bene!
Partii con un assolo da urlo, ma come poteva essere? non distinguevo nemmeno il bending dal distortore artificiale, chiusi gli occhi le mani andavano velocissime, mi bruciavano dalla velocità. La mia Fender reggeva, le corde per fortuna non erano di plastica, le avevo già cambiate.
Suonavo da sballo, mi sentivo il re del grunge e mentre le mie mani volavano sulle corde della mia Fender alla mia performance si unì un basso divino.I drums cominciarono a fare la loro parte,le tastiere giravano a 1000.
Fu la migliore esecuzione che avessi mai sentito di Smells like teen spirit e Io!!! c'ero dentro, in prima persona.
Ma ad un tratto, tutto si fermò e scomparirono tutti, ero li da solo, ma ad un certo punto la mia mano inizia a suonare Snow dei red hot chili peppers!
Mi sembra impossibile, Chad Smith, suona la batteria con furore, Kiedis si prepara a cantare e Flea, suona pazzamente il suo basso.
Mi giro e Kiedis mi ride, come Chad e Flea che mi fa l'occhilino.
Sentivo la musica nelle vene, era un sogno, non ci credevo.
Quando mia madre aprì la porta per chiamarmi la cantina ripiombò in un silenzio assoluto, nirvana, appunto. Andai nella mia stanza e mi buttai a letto.
Mi rodeva il pensiero di ciò che era accaduto ma non sapevo darmi una spiegazione.Non riuscivo a prender sonno e nella mia testa ronzavano sillabe indistinte che si componevano fino a diventare parole..smellskurtteenhotredpepperschillispiritchadflealikecobain..mi sembrava di impazzire ma non ne venivo a capo. Finalmente arrivò Morfeo che con la sua voce seducente mi fece piombare nel più profondo dei sonni.
Tornare in alto Andare in basso
Alessandro

avatar

Messaggi : 379
Data d'iscrizione : 01.12.10
Età : 19
Località : Fellette

MessaggioTitolo: Re: Esperimento letterario 2   Sab 04 Dic 2010, 06:19

La neve continuava a scendere, impetuosamente, era sera tardi, il camino mi teneva caldo.. C'era un silenzio "nirvana", la pace assoluta, il villaggio dormiva. Allora presi il lume e andai in cantina, con un bel tè caldo.
Presi lo scatolone della mia fantastica collezione di vinili e quando lo aprii il mio sguardo si incrociò con quello intenso di Kurt Cobain che mi fissava dalla copertina dell'ultimo 33 giri dei Nirvana.
La tazza di tè mi cadde di mano...Kurt mi aveva fatto l'occhiolino!
Che stranezza! Ero molto impaurito, ma allo stesso tempo ero curiosissimo, io lo ammiravo,Kurt, sarebbe stato fantastico parlarci, allora presi l'album, l'immagine mi guardava fissa negli occhi, e sentivo una voce, un po' rauca che mi girava in testa, non capivo le parole, credo sia una specie di dialetto americano... Ero spaventato, ma la mia curiosità mi spingeva a scoprire cosa poteva essere!
Ascoltai con attenzione sembrava il ritornello di Smell like ten spirit...ero rapito da questa voce. Tentavo di distrarmi, di pensare ad altro; mi feci un panino, provai a studiare ma la mia testa non mi permetteva di distrarmi da quanto era successo. Presi la chitarra e, dopo i primi accordi, mi resi conto che stavo suonando proprio Smell like ten spirit. Mai avevo suonato così bene!
Partii con un assolo da urlo, ma come poteva essere? non distinguevo nemmeno il bending dal distortore artificiale, chiusi gli occhi le mani andavano velocissime, mi bruciavano dalla velocità. La mia Fender reggeva, le corde per fortuna non erano di plastica, le avevo già cambiate.
Suonavo da sballo, mi sentivo il re del grunge e mentre le mie mani volavano sulle corde della mia Fender alla mia performance si unì un basso divino.I drums cominciarono a fare la loro parte,le tastiere giravano a 1000.
Fu la migliore esecuzione che avessi mai sentito di Smells like teen spirit e Io!!! c'ero dentro, in prima persona.
Ma ad un tratto, tutto si fermò e scomparirono tutti, ero li da solo, ma ad un certo punto la mia mano inizia a suonare Snow dei red hot chili peppers!
Mi sembra impossibile, Chad Smith, suona la batteria con furore, Kiedis si prepara a cantare e Flea, suona pazzamente il suo basso.
Mi giro e Kiedis mi ride, come Chad e Flea che mi fa l'occhilino.
Sentivo la musica nelle vene, era un sogno, non ci credevo.
Quando mia madre aprì la porta per chiamarmi la cantina ripiombò in un silenzio assoluto, nirvana, appunto. Andai nella mia stanza e mi buttai a letto.
Mi rodeva il pensiero di ciò che era accaduto ma non sapevo darmi una spiegazione.Non riuscivo a prender sonno e nella mia testa ronzavano sillabe indistinte che si componevano fino a diventare parole..smellskurtteenhotredpepperschillispiritchadflealikecobain..mi sembrava di impazzire ma non ne venivo a capo. Finalmente arrivò Morfeo che con la sua voce seducente mi fece piombare nel più profondo dei sonni.
Penserete, ah! è finita la storia!
Invece no, infatti è proprio quando mi addormentai che succesero cose incredibili.
Andavo a spasso con la mia chitarra e il mio fedele plettro, i passanti mi guardavano in un modo strano, come se fossi il loro re. Mi trovai di fronte ad un grande Teatro,entrai.C'era un lunghissimo tappeto rosso, non riuscivo a vedere dove arrivava, ma credo al palco.
"Eccolo! Entra vieni!"
Allora mi incamminai tutti mi applaudevano, non sapevo se c'erano 1 o 2 milioni di persone, ed erano lì per me!
Arrivai al palco e...
Tornare in alto Andare in basso
http://www.facebook.com/pages/R-H-C-P/114049978662582
mariangela
Admin
avatar

Messaggi : 843
Data d'iscrizione : 14.09.10
Località : San Giuseppe di Cassola

MessaggioTitolo: Re: Esperimento letterario 2   Sab 04 Dic 2010, 11:50

La neve continuava a scendere, impetuosamente, era sera tardi, il camino mi teneva caldo.. C'era un silenzio "nirvana", la pace assoluta, il villaggio dormiva. Allora presi il lume e andai in cantina, con un bel tè caldo.
Presi lo scatolone della mia fantastica collezione di vinili e quando lo aprii il mio sguardo si incrociò con quello intenso di Kurt Cobain che mi fissava dalla copertina dell'ultimo 33 giri dei Nirvana.
La tazza di tè mi cadde di mano...Kurt mi aveva fatto l'occhiolino!
Che stranezza! Ero molto impaurito, ma allo stesso tempo ero curiosissimo, io lo ammiravo,Kurt, sarebbe stato fantastico parlarci, allora presi l'album, l'immagine mi guardava fissa negli occhi, e sentivo una voce, un po' rauca che mi girava in testa, non capivo le parole, credo sia una specie di dialetto americano... Ero spaventato, ma la mia curiosità mi spingeva a scoprire cosa poteva essere!
Ascoltai con attenzione sembrava il ritornello di Smell like ten spirit...ero rapito da questa voce. Tentavo di distrarmi, di pensare ad altro; mi feci un panino, provai a studiare ma la mia testa non mi permetteva di distrarmi da quanto era successo. Presi la chitarra e, dopo i primi accordi, mi resi conto che stavo suonando proprio Smell like ten spirit. Mai avevo suonato così bene!
Partii con un assolo da urlo, ma come poteva essere? non distinguevo nemmeno il bending dal distortore artificiale, chiusi gli occhi le mani andavano velocissime, mi bruciavano dalla velocità. La mia Fender reggeva, le corde per fortuna non erano di plastica, le avevo già cambiate.
Suonavo da sballo, mi sentivo il re del grunge e mentre le mie mani volavano sulle corde della mia Fender alla mia performance si unì un basso divino.I drums cominciarono a fare la loro parte,le tastiere giravano a 1000.
Fu la migliore esecuzione che avessi mai sentito di Smells like teen spirit e Io!!! c'ero dentro, in prima persona.
Ma ad un tratto, tutto si fermò e scomparirono tutti, ero li da solo, ma ad un certo punto la mia mano inizia a suonare Snow dei red hot chili peppers!
Mi sembra impossibile, Chad Smith, suona la batteria con furore, Kiedis si prepara a cantare e Flea, suona pazzamente il suo basso.
Mi giro e Kiedis mi ride, come Chad e Flea che mi fa l'occhilino.
Sentivo la musica nelle vene, era un sogno, non ci credevo.
Quando mia madre aprì la porta per chiamarmi la cantina ripiombò in un silenzio assoluto, nirvana, appunto. Andai nella mia stanza e mi buttai a letto.
Mi rodeva il pensiero di ciò che era accaduto ma non sapevo darmi una spiegazione.Non riuscivo a prender sonno e nella mia testa ronzavano sillabe indistinte che si componevano fino a diventare parole..smellskurtteenhotredpepperschillispiritchadflealikecobain..mi sembrava di impazzire ma non ne venivo a capo. Finalmente arrivò Morfeo che con la sua voce seducente mi fece piombare nel più profondo dei sonni.
Penserete, ah! è finita la storia!
Invece no, infatti è proprio quando mi addormentai che succesero cose incredibili.
Andavo a spasso con la mia chitarra e il mio fedele plettro, i passanti mi guardavano in un modo strano, come se fossi il loro re. Mi trovai di fronte ad un grande Teatro,entrai.C'era un lunghissimo tappeto rosso, non riuscivo a vedere dove arrivava, ma credo al palco.
"Eccolo! Entra vieni!"
Allora mi incamminai tutti mi applaudevano, non sapevo se c'erano 1 o 2 milioni di persone, ed erano lì per me!
Arrivai al palco e..il fascio di luce dell'occhio di bue mi colpì














Tornare in alto Andare in basso
Alessandro

avatar

Messaggi : 379
Data d'iscrizione : 01.12.10
Età : 19
Località : Fellette

MessaggioTitolo: Re: Esperimento letterario 2   Sab 04 Dic 2010, 22:26

La neve continuava a scendere, impetuosamente, era sera tardi, il camino mi teneva caldo.. C'era un silenzio "nirvana", la pace assoluta, il villaggio dormiva. Allora presi il lume e andai in cantina, con un bel tè caldo.
Presi lo scatolone della mia fantastica collezione di vinili e quando lo aprii il mio sguardo si incrociò con quello intenso di Kurt Cobain che mi fissava dalla copertina dell'ultimo 33 giri dei Nirvana.
La tazza di tè mi cadde di mano...Kurt mi aveva fatto l'occhiolino!
Che stranezza! Ero molto impaurito, ma allo stesso tempo ero curiosissimo, io lo ammiravo,Kurt, sarebbe stato fantastico parlarci, allora presi l'album, l'immagine mi guardava fissa negli occhi, e sentivo una voce, un po' rauca che mi girava in testa, non capivo le parole, credo sia una specie di dialetto americano... Ero spaventato, ma la mia curiosità mi spingeva a scoprire cosa poteva essere!
Ascoltai con attenzione sembrava il ritornello di Smell like ten spirit...ero rapito da questa voce. Tentavo di distrarmi, di pensare ad altro; mi feci un panino, provai a studiare ma la mia testa non mi permetteva di distrarmi da quanto era successo. Presi la chitarra e, dopo i primi accordi, mi resi conto che stavo suonando proprio Smell like ten spirit. Mai avevo suonato così bene!
Partii con un assolo da urlo, ma come poteva essere? non distinguevo nemmeno il bending dal distortore artificiale, chiusi gli occhi le mani andavano velocissime, mi bruciavano dalla velocità. La mia Fender reggeva, le corde per fortuna non erano di plastica, le avevo già cambiate.
Suonavo da sballo, mi sentivo il re del grunge e mentre le mie mani volavano sulle corde della mia Fender alla mia performance si unì un basso divino.I drums cominciarono a fare la loro parte,le tastiere giravano a 1000.
Fu la migliore esecuzione che avessi mai sentito di Smells like teen spirit e Io!!! c'ero dentro, in prima persona.
Ma ad un tratto, tutto si fermò e scomparirono tutti, ero li da solo, ma ad un certo punto la mia mano inizia a suonare Snow dei red hot chili peppers!
Mi sembra impossibile, Chad Smith, suona la batteria con furore, Kiedis si prepara a cantare e Flea, suona pazzamente il suo basso.
Mi giro e Kiedis mi ride, come Chad e Flea che mi fa l'occhilino.
Sentivo la musica nelle vene, era un sogno, non ci credevo.
Quando mia madre aprì la porta per chiamarmi la cantina ripiombò in un silenzio assoluto, nirvana, appunto. Andai nella mia stanza e mi buttai a letto.
Mi rodeva il pensiero di ciò che era accaduto ma non sapevo darmi una spiegazione.Non riuscivo a prender sonno e nella mia testa ronzavano sillabe indistinte che si componevano fino a diventare parole..smellskurtteenhotredpepperschillispiritchadflealikecobain..mi sembrava di impazzire ma non ne venivo a capo. Finalmente arrivò Morfeo che con la sua voce seducente mi fece piombare nel più profondo dei sonni.
Penserete, ah! è finita la storia!
Invece no, infatti è proprio quando mi addormentai che succesero cose incredibili.
Andavo a spasso con la mia chitarra e il mio fedele plettro, i passanti mi guardavano in un modo strano, come se fossi il loro re. Mi trovai di fronte ad un grande Teatro,entrai.C'era un lunghissimo tappeto rosso, non riuscivo a vedere dove arrivava, ma credo al palco.
"Eccolo! Entra vieni!"
Allora mi incamminai tutti mi applaudevano, non sapevo se c'erano 1 o 2 milioni di persone, ed erano lì per me!
Arrivai al palco e..il fascio di luce dell'occhio di bue mi colpì
Non ci vedevo più, vedevo rosso, e inciampai rotolando fino ad una scaletta, a quel punto, come per magia, i miei occhi ripresero a vedere, e mi trovai davanti ad Anthony Kiedis, cantate dei red hot chili peppers, che mi diceva:
"Sarà pure un sogno, ma goditelo!"
Tornare in alto Andare in basso
http://www.facebook.com/pages/R-H-C-P/114049978662582
mariangela
Admin
avatar

Messaggi : 843
Data d'iscrizione : 14.09.10
Località : San Giuseppe di Cassola

MessaggioTitolo: Re: Esperimento letterario 2   Dom 05 Dic 2010, 10:04

La neve continuava a scendere, impetuosamente, era sera tardi, il camino mi teneva caldo.. C'era un silenzio "nirvana", la pace assoluta, il villaggio dormiva. Allora presi il lume e andai in cantina, con un bel tè caldo.
Presi lo scatolone della mia fantastica collezione di vinili e quando lo aprii il mio sguardo si incrociò con quello intenso di Kurt Cobain che mi fissava dalla copertina dell'ultimo 33 giri dei Nirvana.
La tazza di tè mi cadde di mano...Kurt mi aveva fatto l'occhiolino!



Che stranezza! Ero molto impaurito, ma allo stesso tempo ero curiosissimo, io lo ammiravo,Kurt, sarebbe stato fantastico parlarci, allora presi l'album, l'immagine mi guardava fissa negli occhi, e sentivo una voce, un po' rauca che mi girava in testa, non capivo le parole, credo sia una specie di dialetto americano... Ero spaventato, ma la mia curiosità mi spingeva a scoprire cosa poteva essere!
Ascoltai con attenzione sembrava il ritornello di Smell like ten spirit...ero rapito da questa voce. Tentavo di distrarmi, di pensare ad altro; mi feci un panino, provai a studiare ma la mia testa non mi permetteva di distrarmi da quanto era successo. Presi la chitarra e, dopo i primi accordi, mi resi conto che stavo suonando proprio Smell like ten spirit. Mai avevo suonato così bene!
Partii con un assolo da urlo, ma come poteva essere? non distinguevo nemmeno il bending dal distortore artificiale, chiusi gli occhi le mani andavano velocissime, mi bruciavano dalla velocità. La mia Fender reggeva, le corde per fortuna non erano di plastica, le avevo già cambiate.
Suonavo da sballo, mi sentivo il re del grunge e mentre le mie mani volavano sulle corde della mia Fender alla mia performance si unì un basso divino.I drums cominciarono a fare la loro parte,le tastiere giravano a 1000.
Fu la migliore esecuzione che avessi mai sentito di Smells like teen spirit e Io!!! c'ero dentro, in prima persona.
Ma ad un tratto, tutto si fermò e scomparirono tutti, ero li da solo, ma ad un certo punto la mia mano inizia a suonare Snow dei red hot chili peppers!
Mi sembra impossibile, Chad Smith, suona la batteria con furore, Kiedis si prepara a cantare e Flea, suona pazzamente il suo basso.
Mi giro e Kiedis mi ride, come Chad e Flea che mi fa l'occhilino.
Sentivo la musica nelle vene, era un sogno, non ci credevo.
Quando mia madre aprì la porta per chiamarmi la cantina ripiombò in un silenzio assoluto, nirvana, appunto. Andai nella mia stanza e mi buttai a letto.
Mi rodeva il pensiero di ciò che era accaduto ma non sapevo darmi una spiegazione.Non riuscivo a prender sonno e nella mia testa ronzavano sillabe indistinte che si componevano fino a diventare parole..smellskurtteenhotredpepperschillispiritchadflealikecobain..mi sembrava di impazzire ma non ne venivo a capo. Finalmente arrivò Morfeo che con la sua voce seducente mi fece piombare nel più profondo dei sonni.
Penserete, ah! è finita la storia!
Invece no, infatti è proprio quando mi addormentai che succesero cose incredibili.
Andavo a spasso con la mia chitarra e il mio fedele plettro, i passanti mi guardavano in un modo strano, come se fossi il loro re. Mi trovai di fronte ad un grande Teatro,entrai.C'era un lunghissimo tappeto rosso, non riuscivo a vedere dove arrivava, ma credo al palco.
"Eccolo! Entra vieni!"
Allora mi incamminai tutti mi applaudevano, non sapevo se c'erano 1 o 2 milioni di persone, ed erano lì per me!
Arrivai al palco e..il fascio di luce dell'occhio di bue mi colpì
Non ci vedevo più, vedevo rosso, e inciampai rotolando fino ad una scaletta, a quel punto, come per magia, i miei occhi ripresero a vedere, e mi trovai davanti ad Anthony Kiedis, cantate dei red hot chili peppers, che mi diceva:
"Sarà pure un sogno, ma goditelo!
Suonai tutta la notte, il pubblico era in delirio. Fu un successo enorme. Facevo ufficialmente parte del gruppo dei Red Hot Chili Peppers.


Ultima modifica di mariangela il Dom 05 Dic 2010, 10:52, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Alessandro

avatar

Messaggi : 379
Data d'iscrizione : 01.12.10
Età : 19
Località : Fellette

MessaggioTitolo: Re: Esperimento letterario 2   Dom 05 Dic 2010, 10:43

La neve continuava a scendere, impetuosamente, era sera tardi, il camino mi teneva caldo.. C'era un silenzio "nirvana", la pace assoluta, il villaggio dormiva. Allora presi il lume e andai in cantina, con un bel tè caldo.
Presi lo scatolone della mia fantastica collezione di vinili e quando lo aprii il mio sguardo si incrociò con quello intenso di Kurt Cobain che mi fissava dalla copertina dell'ultimo 33 giri dei Nirvana.
La tazza di tè mi cadde di mano...Kurt mi aveva fatto l'occhiolino!
Che stranezza! Ero molto impaurito, ma allo stesso tempo ero curiosissimo, io lo ammiravo,Kurt, sarebbe stato fantastico parlarci, allora presi l'album, l'immagine mi guardava fissa negli occhi, e sentivo una voce, un po' rauca che mi girava in testa, non capivo le parole, credo sia una specie di dialetto americano... Ero spaventato, ma la mia curiosità mi spingeva a scoprire cosa poteva essere!
Ascoltai con attenzione sembrava il ritornello di Smell like ten spirit...ero rapito da questa voce. Tentavo di distrarmi, di pensare ad altro; mi feci un panino, provai a studiare ma la mia testa non mi permetteva di distrarmi da quanto era successo. Presi la chitarra e, dopo i primi accordi, mi resi conto che stavo suonando proprio Smell like ten spirit. Mai avevo suonato così bene!
Partii con un assolo da urlo, ma come poteva essere? non distinguevo nemmeno il bending dal distortore artificiale, chiusi gli occhi le mani andavano velocissime, mi bruciavano dalla velocità. La mia Fender reggeva, le corde per fortuna non erano di plastica, le avevo già cambiate.
Suonavo da sballo, mi sentivo il re del grunge e mentre le mie mani volavano sulle corde della mia Fender alla mia performance si unì un basso divino.I drums cominciarono a fare la loro parte,le tastiere giravano a 1000.
Fu la migliore esecuzione che avessi mai sentito di Smells like teen spirit e Io!!! c'ero dentro, in prima persona.
Ma ad un tratto, tutto si fermò e scomparirono tutti, ero li da solo, ma ad un certo punto la mia mano inizia a suonare Snow dei red hot chili peppers!
Mi sembra impossibile, Chad Smith, suona la batteria con furore, Kiedis si prepara a cantare e Flea, suona pazzamente il suo basso.
Mi giro e Kiedis mi ride, come Chad e Flea che mi fa l'occhilino.
Sentivo la musica nelle vene, era un sogno, non ci credevo.
Quando mia madre aprì la porta per chiamarmi la cantina ripiombò in un silenzio assoluto, nirvana, appunto. Andai nella mia stanza e mi buttai a letto.
Mi rodeva il pensiero di ciò che era accaduto ma non sapevo darmi una spiegazione.Non riuscivo a prender sonno e nella mia testa ronzavano sillabe indistinte che si componevano fino a diventare parole..smellskurtteenhotredpepperschillispiritchadflealikecobain..mi sembrava di impazzire ma non ne venivo a capo. Finalmente arrivò Morfeo che con la sua voce seducente mi fece piombare nel più profondo dei sonni.
Penserete, ah! è finita la storia!
Invece no, infatti è proprio quando mi addormentai che succesero cose incredibili.
Andavo a spasso con la mia chitarra e il mio fedele plettro, i passanti mi guardavano in un modo strano, come se fossi il loro re. Mi trovai di fronte ad un grande Teatro,entrai.C'era un lunghissimo tappeto rosso, non riuscivo a vedere dove arrivava, ma credo al palco.
"Eccolo! Entra vieni!"
Allora mi incamminai tutti mi applaudevano, non sapevo se c'erano 1 o 2 milioni di persone, ed erano lì per me!
Arrivai al palco e..il fascio di luce dell'occhio di bue mi colpì
Non ci vedevo più, vedevo rosso, e inciampai rotolando fino ad una scaletta, a quel punto, come per magia, i miei occhi ripresero a vedere, e mi trovai davanti ad Anthony Kiedis, cantate dei red hot chili peppers, che mi diceva:
"Sarà pure un sogno, ma goditelo!
Suonai tutta la notte, il pubblico era in delirio. Fu un successo enorme. Facevo ufficialmente parte del gruppo dei Red Hot Chili Peppers.
Ma non finì qui, appena smisi di suonare, Anthony mi disse, ora vai, sennò Kurt Coiban si arrabbia.Perplesso corsi fuori dal teatro e a destra, c'era un altro teatro tutto blu con la scritta 'Nirvana Way' che illuminava!
Allora entrai, un tappeto blu, lungo come quello rosso dei red hot chili peppers. Arrivato al palco, salì e Kurt mi sorrideva e mi diceva: "Questo è il tuo sogno, ma anche il mio, finalmente torno a cantare! Facciamoli scaldare!"
Tornare in alto Andare in basso
http://www.facebook.com/pages/R-H-C-P/114049978662582
andrea zen

avatar

Messaggi : 114
Data d'iscrizione : 02.11.10
Località : vivo a casa di BARONCELLO

MessaggioTitolo: Re: Esperimento letterario 2   Lun 06 Dic 2010, 06:51

Very Happy Posso dare la mia bell'esperimento. Very Happy
Tornare in alto Andare in basso
Alessandro

avatar

Messaggi : 379
Data d'iscrizione : 01.12.10
Età : 19
Località : Fellette

MessaggioTitolo: Re: Esperimento letterario 2   Lun 06 Dic 2010, 07:08

Grazie mille andrea!
Tornare in alto Andare in basso
http://www.facebook.com/pages/R-H-C-P/114049978662582
mariangela
Admin
avatar

Messaggi : 843
Data d'iscrizione : 14.09.10
Località : San Giuseppe di Cassola

MessaggioTitolo: Re: Esperimento letterario 2   Lun 06 Dic 2010, 09:21


La neve continuava a scendere, impetuosamente, era sera tardi, il camino mi teneva caldo.. C'era un silenzio "nirvana", la pace assoluta, il villaggio dormiva. Allora presi il lume e andai in cantina, con un bel tè caldo.
Presi lo scatolone della mia fantastica collezione di vinili e quando lo aprii il mio sguardo si incrociò con quello intenso di Kurt Cobain che mi fissava dalla copertina dell'ultimo 33 giri dei Nirvana.
La tazza di tè mi cadde di mano...Kurt mi aveva fatto l'occhiolino!
Che stranezza! Ero molto impaurito, ma allo stesso tempo ero curiosissimo, io lo ammiravo,Kurt, sarebbe stato fantastico parlarci, allora presi l'album, l'immagine mi guardava fissa negli occhi, e sentivo una voce, un po' rauca che mi girava in testa, non capivo le parole, credo sia una specie di dialetto americano... Ero spaventato, ma la mia curiosità mi spingeva a scoprire cosa poteva essere!
Ascoltai con attenzione sembrava il ritornello di Smell like ten spirit...ero rapito da questa voce. Tentavo di distrarmi, di pensare ad altro; mi feci un panino, provai a studiare ma la mia testa non mi permetteva di distrarmi da quanto era successo. Presi la chitarra e, dopo i primi accordi, mi resi conto che stavo suonando proprio Smell like ten spirit. Mai avevo suonato così bene!
Partii con un assolo da urlo, ma come poteva essere? non distinguevo nemmeno il bending dal distortore artificiale, chiusi gli occhi le mani andavano velocissime, mi bruciavano dalla velocità. La mia Fender reggeva, le corde per fortuna non erano di plastica, le avevo già cambiate.
Suonavo da sballo, mi sentivo il re del grunge e mentre le mie mani volavano sulle corde della mia Fender alla mia performance si unì un basso divino.I drums cominciarono a fare la loro parte,le tastiere giravano a 1000.
Fu la migliore esecuzione che avessi mai sentito di Smells like teen spirit e Io!!! c'ero dentro, in prima persona.
Ma ad un tratto, tutto si fermò e scomparirono tutti, ero li da solo, ma ad un certo punto la mia mano inizia a suonare Snow dei red hot chili peppers!
Mi sembra impossibile, Chad Smith, suona la batteria con furore, Kiedis si prepara a cantare e Flea, suona pazzamente il suo basso.
Mi giro e Kiedis mi ride, come Chad e Flea che mi fa l'occhilino.
Sentivo la musica nelle vene, era un sogno, non ci credevo.
Quando mia madre aprì la porta per chiamarmi la cantina ripiombò in un silenzio assoluto, nirvana, appunto. Andai nella mia stanza e mi buttai a letto.
Mi rodeva il pensiero di ciò che era accaduto ma non sapevo darmi una spiegazione.Non riuscivo a prender sonno e nella mia testa ronzavano sillabe indistinte che si componevano fino a diventare parole..smellskurtteenhotredpepperschillispiritchadflealikecobain..mi sembrava di impazzire ma non ne venivo a capo. Finalmente arrivò Morfeo che con la sua voce seducente mi fece piombare nel più profondo dei sonni.
Penserete, ah! è finita la storia!
Invece no, infatti è proprio quando mi addormentai che succesero cose incredibili.
Andavo a spasso con la mia chitarra e il mio fedele plettro, i passanti mi guardavano in un modo strano, come se fossi il loro re. Mi trovai di fronte ad un grande Teatro,entrai.C'era un lunghissimo tappeto rosso, non riuscivo a vedere dove arrivava, ma credo al palco.
"Eccolo! Entra vieni!"
Allora mi incamminai tutti mi applaudevano, non sapevo se c'erano 1 o 2 milioni di persone, ed erano lì per me!
Arrivai al palco e..il fascio di luce dell'occhio di bue mi colpì
Non ci vedevo più, vedevo rosso, e inciampai rotolando fino ad una scaletta, a quel punto, come per magia, i miei occhi ripresero a vedere, e mi trovai davanti ad Anthony Kiedis, cantate dei red hot chili peppers, che mi diceva:
"Sarà pure un sogno, ma goditelo!
Suonai tutta la notte, il pubblico era in delirio. Fu un successo enorme. Facevo ufficialmente parte del gruppo dei Red Hot Chili Peppers.
Ma non finì qui, appena smisi di suonare, Anthony mi disse, ora vai, sennò Kurt Coiban si arrabbia.Perplesso corsi fuori dal teatro e a destra, c'era un altro teatro tutto blu con la scritta 'Nirvana Way' che illuminava!
Allora entrai, un tappeto blu, lungo come quello rosso dei red hot chili peppers. Arrivato al palco, salì e Kurt mi sorrideva e mi diceva: "Questo è il tuo sogno, ma anche il mio, finalmente torno a cantare! Facciamoli scaldare!"



E fu proprio sulle note di Smells like teen spirit che arrivò la sorpresa.


_________________

Tornare in alto Andare in basso
Alessandro

avatar

Messaggi : 379
Data d'iscrizione : 01.12.10
Età : 19
Località : Fellette

MessaggioTitolo: Re: Esperimento letterario 2   Lun 06 Dic 2010, 09:30

La neve continuava a scendere, impetuosamente, era sera tardi, il camino mi teneva caldo.. C'era un silenzio "nirvana", la pace assoluta, il villaggio dormiva. Allora presi il lume e andai in cantina, con un bel tè caldo.
Presi lo scatolone della mia fantastica collezione di vinili e quando lo aprii il mio sguardo si incrociò con quello intenso di Kurt Cobain che mi fissava dalla copertina dell'ultimo 33 giri dei Nirvana.
La tazza di tè mi cadde di mano...Kurt mi aveva fatto l'occhiolino!
Che stranezza! Ero molto impaurito, ma allo stesso tempo ero curiosissimo, io lo ammiravo,Kurt, sarebbe stato fantastico parlarci, allora presi l'album, l'immagine mi guardava fissa negli occhi, e sentivo una voce, un po' rauca che mi girava in testa, non capivo le parole, credo sia una specie di dialetto americano... Ero spaventato, ma la mia curiosità mi spingeva a scoprire cosa poteva essere!
Ascoltai con attenzione sembrava il ritornello di Smell like ten spirit...ero rapito da questa voce. Tentavo di distrarmi, di pensare ad altro; mi feci un panino, provai a studiare ma la mia testa non mi permetteva di distrarmi da quanto era successo. Presi la chitarra e, dopo i primi accordi, mi resi conto che stavo suonando proprio Smell like ten spirit. Mai avevo suonato così bene!
Partii con un assolo da urlo, ma come poteva essere? non distinguevo nemmeno il bending dal distortore artificiale, chiusi gli occhi le mani andavano velocissime, mi bruciavano dalla velocità. La mia Fender reggeva, le corde per fortuna non erano di plastica, le avevo già cambiate.
Suonavo da sballo, mi sentivo il re del grunge e mentre le mie mani volavano sulle corde della mia Fender alla mia performance si unì un basso divino.I drums cominciarono a fare la loro parte,le tastiere giravano a 1000.
Fu la migliore esecuzione che avessi mai sentito di Smells like teen spirit e Io!!! c'ero dentro, in prima persona.
Ma ad un tratto, tutto si fermò e scomparirono tutti, ero li da solo, ma ad un certo punto la mia mano inizia a suonare Snow dei red hot chili peppers!
Mi sembra impossibile, Chad Smith, suona la batteria con furore, Kiedis si prepara a cantare e Flea, suona pazzamente il suo basso.
Mi giro e Kiedis mi ride, come Chad e Flea che mi fa l'occhilino.
Sentivo la musica nelle vene, era un sogno, non ci credevo.
Quando mia madre aprì la porta per chiamarmi la cantina ripiombò in un silenzio assoluto, nirvana, appunto. Andai nella mia stanza e mi buttai a letto.
Mi rodeva il pensiero di ciò che era accaduto ma non sapevo darmi una spiegazione.Non riuscivo a prender sonno e nella mia testa ronzavano sillabe indistinte che si componevano fino a diventare parole..smellskurtteenhotredpepperschillispiritchadflealikecobain..mi sembrava di impazzire ma non ne venivo a capo. Finalmente arrivò Morfeo che con la sua voce seducente mi fece piombare nel più profondo dei sonni.
Penserete, ah! è finita la storia!
Invece no, infatti è proprio quando mi addormentai che succesero cose incredibili.
Andavo a spasso con la mia chitarra e il mio fedele plettro, i passanti mi guardavano in un modo strano, come se fossi il loro re. Mi trovai di fronte ad un grande Teatro,entrai.C'era un lunghissimo tappeto rosso, non riuscivo a vedere dove arrivava, ma credo al palco.
"Eccolo! Entra vieni!"
Allora mi incamminai tutti mi applaudevano, non sapevo se c'erano 1 o 2 milioni di persone, ed erano lì per me!
Arrivai al palco e..il fascio di luce dell'occhio di bue mi colpì
Non ci vedevo più, vedevo rosso, e inciampai rotolando fino ad una scaletta, a quel punto, come per magia, i miei occhi ripresero a vedere, e mi trovai davanti ad Anthony Kiedis, cantate dei red hot chili peppers, che mi diceva:
"Sarà pure un sogno, ma goditelo!
Suonai tutta la notte, il pubblico era in delirio. Fu un successo enorme. Facevo ufficialmente parte del gruppo dei Red Hot Chili Peppers.
Ma non finì qui, appena smisi di suonare, Anthony mi disse, ora vai, sennò Kurt Coiban si arrabbia.Perplesso corsi fuori dal teatro e a destra, c'era un altro teatro tutto blu con la scritta 'Nirvana Way' che illuminava!
Allora entrai, un tappeto blu, lungo come quello rosso dei red hot chili peppers. Arrivato al palco, salì e Kurt mi sorrideva e mi diceva: "Questo è il tuo sogno, ma anche il mio, finalmente torno a cantare! Facciamoli scaldare!"



E fu proprio sulle note di Smells like teen spirit che arrivò la sorpresa.
Al momento dell'assolo, il palco si infiammò, come tutto il teatro! Il caldo era insopportabile per tutti gli altri, ma io e Kurt c'eravamo dentro, e cantavamo e suonavamo fino allo sfinimento! Tutti si alzarono in piedi scappando fuori dal teatro, e io che strimpellavo la mia fender sulle note di Smells like teen spirit!
Tornare in alto Andare in basso
http://www.facebook.com/pages/R-H-C-P/114049978662582
mariangela
Admin
avatar

Messaggi : 843
Data d'iscrizione : 14.09.10
Località : San Giuseppe di Cassola

MessaggioTitolo: Re: Esperimento letterario 2   Lun 06 Dic 2010, 10:05

La neve continuava a scendere, impetuosamente, era sera tardi, il camino mi teneva caldo.. C'era un silenzio "nirvana", la pace assoluta, il villaggio dormiva. Allora presi il lume e andai in cantina, con un bel tè caldo.
Presi lo scatolone della mia fantastica collezione di vinili e quando lo aprii il mio sguardo si incrociò con quello intenso di Kurt Cobain che mi fissava dalla copertina dell'ultimo 33 giri dei Nirvana.
La tazza di tè mi cadde di mano...Kurt mi aveva fatto l'occhiolino!
Che stranezza! Ero molto impaurito, ma allo stesso tempo ero curiosissimo, io lo ammiravo,Kurt, sarebbe stato fantastico parlarci, allora presi l'album, l'immagine mi guardava fissa negli occhi, e sentivo una voce, un po' rauca che mi girava in testa, non capivo le parole, credo sia una specie di dialetto americano... Ero spaventato, ma la mia curiosità mi spingeva a scoprire cosa poteva essere!
Ascoltai con attenzione sembrava il ritornello di Smell like ten spirit...ero rapito da questa voce. Tentavo di distrarmi, di pensare ad altro; mi feci un panino, provai a studiare ma la mia testa non mi permetteva di distrarmi da quanto era successo. Presi la chitarra e, dopo i primi accordi, mi resi conto che stavo suonando proprio Smell like ten spirit. Mai avevo suonato così bene!
Partii con un assolo da urlo, ma come poteva essere? non distinguevo nemmeno il bending dal distortore artificiale, chiusi gli occhi le mani andavano velocissime, mi bruciavano dalla velocità. La mia Fender reggeva, le corde per fortuna non erano di plastica, le avevo già cambiate.
Suonavo da sballo, mi sentivo il re del grunge e mentre le mie mani volavano sulle corde della mia Fender alla mia performance si unì un basso divino.I drums cominciarono a fare la loro parte,le tastiere giravano a 1000.
Fu la migliore esecuzione che avessi mai sentito di Smells like teen spirit e Io!!! c'ero dentro, in prima persona.
Ma ad un tratto, tutto si fermò e scomparirono tutti, ero li da solo, ma ad un certo punto la mia mano inizia a suonare Snow dei red hot chili peppers!
Mi sembra impossibile, Chad Smith, suona la batteria con furore, Kiedis si prepara a cantare e Flea, suona pazzamente il suo basso.
Mi giro e Kiedis mi ride, come Chad e Flea che mi fa l'occhilino.
Sentivo la musica nelle vene, era un sogno, non ci credevo.
Quando mia madre aprì la porta per chiamarmi la cantina ripiombò in un silenzio assoluto, nirvana, appunto. Andai nella mia stanza e mi buttai a letto.
Mi rodeva il pensiero di ciò che era accaduto ma non sapevo darmi una spiegazione.Non riuscivo a prender sonno e nella mia testa ronzavano sillabe indistinte che si componevano fino a diventare parole..smellskurtteenhotredpepperschillispiritchadflealikecobain..mi sembrava di impazzire ma non ne venivo a capo. Finalmente arrivò Morfeo che con la sua voce seducente mi fece piombare nel più profondo dei sonni.
Penserete, ah! è finita la storia!
Invece no, infatti è proprio quando mi addormentai che succesero cose incredibili.
Andavo a spasso con la mia chitarra e il mio fedele plettro, i passanti mi guardavano in un modo strano, come se fossi il loro re. Mi trovai di fronte ad un grande Teatro,entrai.C'era un lunghissimo tappeto rosso, non riuscivo a vedere dove arrivava, ma credo al palco.
"Eccolo! Entra vieni!"
Allora mi incamminai tutti mi applaudevano, non sapevo se c'erano 1 o 2 milioni di persone, ed erano lì per me!
Arrivai al palco e..il fascio di luce dell'occhio di bue mi colpì
Non ci vedevo più, vedevo rosso, e inciampai rotolando fino ad una scaletta, a quel punto, come per magia, i miei occhi ripresero a vedere, e mi trovai davanti ad Anthony Kiedis, cantate dei red hot chili peppers, che mi diceva:
"Sarà pure un sogno, ma goditelo!
Suonai tutta la notte, il pubblico era in delirio. Fu un successo enorme. Facevo ufficialmente parte del gruppo dei Red Hot Chili Peppers.
Ma non finì qui, appena smisi di suonare, Anthony mi disse, ora vai, sennò Kurt Coiban si arrabbia.Perplesso corsi fuori dal teatro e a destra, c'era un altro teatro tutto blu con la scritta 'Nirvana Way' che illuminava!
Allora entrai, un tappeto blu, lungo come quello rosso dei red hot chili peppers. Arrivato al palco, salì e Kurt mi sorrideva e mi diceva: "Questo è il tuo sogno, ma anche il mio, finalmente torno a cantare! Facciamoli scaldare.
E fu proprio sulle note di Smells like teen spirit che arrivò la sorpresa.
Al momento dell'assolo, il palco si infiammò, come tutto il teatro! Il caldo era insopportabile per tutti gli altri, ma io e Kurt c'eravamo dentro, e cantavamo e suonavamo fino allo sfinimento! Tutti si alzarono in piedi scappando fuori dal teatro, e io che strimpellavo la mia fender sulle note di Smells like teen spirit!
C'era una piscina lì vicino, ci tuffammo tutti e due per sfuggire alle fiamme.Sott'acqua c'era proprio il bambino della copertina che nuotava beato, inseguiva l'one buck e rideva, rideva...
Tornare in alto Andare in basso
Alessandro

avatar

Messaggi : 379
Data d'iscrizione : 01.12.10
Età : 19
Località : Fellette

MessaggioTitolo: Re: Esperimento letterario 2   Lun 06 Dic 2010, 10:09

La neve continuava a scendere, impetuosamente, era sera tardi, il camino mi teneva caldo.. C'era un silenzio "nirvana", la pace assoluta, il villaggio dormiva. Allora presi il lume e andai in cantina, con un bel tè caldo.
Presi lo scatolone della mia fantastica collezione di vinili e quando lo aprii il mio sguardo si incrociò con quello intenso di Kurt Cobain che mi fissava dalla copertina dell'ultimo 33 giri dei Nirvana.
La tazza di tè mi cadde di mano...Kurt mi aveva fatto l'occhiolino!
Che stranezza! Ero molto impaurito, ma allo stesso tempo ero curiosissimo, io lo ammiravo,Kurt, sarebbe stato fantastico parlarci, allora presi l'album, l'immagine mi guardava fissa negli occhi, e sentivo una voce, un po' rauca che mi girava in testa, non capivo le parole, credo sia una specie di dialetto americano... Ero spaventato, ma la mia curiosità mi spingeva a scoprire cosa poteva essere!
Ascoltai con attenzione sembrava il ritornello di Smell like ten spirit...ero rapito da questa voce. Tentavo di distrarmi, di pensare ad altro; mi feci un panino, provai a studiare ma la mia testa non mi permetteva di distrarmi da quanto era successo. Presi la chitarra e, dopo i primi accordi, mi resi conto che stavo suonando proprio Smell like ten spirit. Mai avevo suonato così bene!
Partii con un assolo da urlo, ma come poteva essere? non distinguevo nemmeno il bending dal distortore artificiale, chiusi gli occhi le mani andavano velocissime, mi bruciavano dalla velocità. La mia Fender reggeva, le corde per fortuna non erano di plastica, le avevo già cambiate.
Suonavo da sballo, mi sentivo il re del grunge e mentre le mie mani volavano sulle corde della mia Fender alla mia performance si unì un basso divino.I drums cominciarono a fare la loro parte,le tastiere giravano a 1000.
Fu la migliore esecuzione che avessi mai sentito di Smells like teen spirit e Io!!! c'ero dentro, in prima persona.
Ma ad un tratto, tutto si fermò e scomparirono tutti, ero li da solo, ma ad un certo punto la mia mano inizia a suonare Snow dei red hot chili peppers!
Mi sembra impossibile, Chad Smith, suona la batteria con furore, Kiedis si prepara a cantare e Flea, suona pazzamente il suo basso.
Mi giro e Kiedis mi ride, come Chad e Flea che mi fa l'occhilino.
Sentivo la musica nelle vene, era un sogno, non ci credevo.
Quando mia madre aprì la porta per chiamarmi la cantina ripiombò in un silenzio assoluto, nirvana, appunto. Andai nella mia stanza e mi buttai a letto.
Mi rodeva il pensiero di ciò che era accaduto ma non sapevo darmi una spiegazione.Non riuscivo a prender sonno e nella mia testa ronzavano sillabe indistinte che si componevano fino a diventare parole..smellskurtteenhotredpepperschillispiritchadflealikecobain..mi sembrava di impazzire ma non ne venivo a capo. Finalmente arrivò Morfeo che con la sua voce seducente mi fece piombare nel più profondo dei sonni.
Penserete, ah! è finita la storia!
Invece no, infatti è proprio quando mi addormentai che succesero cose incredibili.
Andavo a spasso con la mia chitarra e il mio fedele plettro, i passanti mi guardavano in un modo strano, come se fossi il loro re. Mi trovai di fronte ad un grande Teatro,entrai.C'era un lunghissimo tappeto rosso, non riuscivo a vedere dove arrivava, ma credo al palco.
"Eccolo! Entra vieni!"
Allora mi incamminai tutti mi applaudevano, non sapevo se c'erano 1 o 2 milioni di persone, ed erano lì per me!
Arrivai al palco e..il fascio di luce dell'occhio di bue mi colpì
Non ci vedevo più, vedevo rosso, e inciampai rotolando fino ad una scaletta, a quel punto, come per magia, i miei occhi ripresero a vedere, e mi trovai davanti ad Anthony Kiedis, cantate dei red hot chili peppers, che mi diceva:
"Sarà pure un sogno, ma goditelo!
Suonai tutta la notte, il pubblico era in delirio. Fu un successo enorme. Facevo ufficialmente parte del gruppo dei Red Hot Chili Peppers.
Ma non finì qui, appena smisi di suonare, Anthony mi disse, ora vai, sennò Kurt Coiban si arrabbia.Perplesso corsi fuori dal teatro e a destra, c'era un altro teatro tutto blu con la scritta 'Nirvana Way' che illuminava!
Allora entrai, un tappeto blu, lungo come quello rosso dei red hot chili peppers. Arrivato al palco, salì e Kurt mi sorrideva e mi diceva: "Questo è il tuo sogno, ma anche il mio, finalmente torno a cantare! Facciamoli scaldare.
E fu proprio sulle note di Smells like teen spirit che arrivò la sorpresa.
Al momento dell'assolo, il palco si infiammò, come tutto il teatro! Il caldo era insopportabile per tutti gli altri, ma io e Kurt c'eravamo dentro, e cantavamo e suonavamo fino allo sfinimento! Tutti si alzarono in piedi scappando fuori dal teatro, e io che strimpellavo la mia fender sulle note di Smells like teen spirit!
C'era una piscina lì vicino, ci tuffammo tutti e due per sfuggire alle fiamme.Sott'acqua c'era proprio il bambino della copertina che nuotava beato, inseguiva l'one buck e rideva, rideva...
Ad un tratto Kurt ed io ci spaventammo, perchè iniziò ad essere inquietante quel sorriso del bambino che ci guardava con occhi grigi.
Da dietro arrivò uno squalo gigante! Kurt mi fece segno di scappare, nuotare velocemente.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.facebook.com/pages/R-H-C-P/114049978662582
Marta
Admin
avatar

Messaggi : 818
Data d'iscrizione : 12.09.10
Età : 43
Località : san Giuseppe di Cassola

MessaggioTitolo: Re: Esperimento letterario 2   Lun 06 Dic 2010, 22:02

Andrea puoi contribuire!!!Anzi ...prova!!!
Tornare in alto Andare in basso
http://www.marconi.forumattivo.com
Marta
Admin
avatar

Messaggi : 818
Data d'iscrizione : 12.09.10
Età : 43
Località : san Giuseppe di Cassola

MessaggioTitolo: Re: Esperimento letterario 2   Lun 06 Dic 2010, 22:21

La neve continuava a scendere, impetuosamente, era sera tardi, il camino mi teneva caldo.. C'era un silenzio "nirvana", la pace assoluta, il villaggio dormiva. Allora presi il lume e andai in cantina, con un bel tè caldo.
Presi lo scatolone della mia fantastica collezione di vinili e quando lo aprii il mio sguardo si incrociò con quello intenso di Kurt Cobain che mi fissava dalla copertina dell'ultimo 33 giri dei Nirvana.
La tazza di tè mi cadde di mano...Kurt mi aveva fatto l'occhiolino!
Che stranezza! Ero molto impaurito, ma allo stesso tempo ero curiosissimo, io lo ammiravo,Kurt, sarebbe stato fantastico parlarci, allora presi l'album, l'immagine mi guardava fissa negli occhi, e sentivo una voce, un po' rauca che mi girava in testa, non capivo le parole, credo sia una specie di dialetto americano... Ero spaventato, ma la mia curiosità mi spingeva a scoprire cosa poteva essere!
Ascoltai con attenzione sembrava il ritornello di Smell like ten spirit...ero rapito da questa voce. Tentavo di distrarmi, di pensare ad altro; mi feci un panino, provai a studiare ma la mia testa non mi permetteva di distrarmi da quanto era successo. Presi la chitarra e, dopo i primi accordi, mi resi conto che stavo suonando proprio Smell like ten spirit. Mai avevo suonato così bene!
Partii con un assolo da urlo, ma come poteva essere? non distinguevo nemmeno il bending dal distortore artificiale, chiusi gli occhi le mani andavano velocissime, mi bruciavano dalla velocità. La mia Fender reggeva, le corde per fortuna non erano di plastica, le avevo già cambiate.
Suonavo da sballo, mi sentivo il re del grunge e mentre le mie mani volavano sulle corde della mia Fender alla mia performance si unì un basso divino.I drums cominciarono a fare la loro parte,le tastiere giravano a 1000.
Fu la migliore esecuzione che avessi mai sentito di Smells like teen spirit e Io!!! c'ero dentro, in prima persona.
Ma ad un tratto, tutto si fermò e scomparirono tutti, ero li da solo, ma ad un certo punto la mia mano inizia a suonare Snow dei red hot chili peppers!
Mi sembra impossibile, Chad Smith, suona la batteria con furore, Kiedis si prepara a cantare e Flea, suona pazzamente il suo basso.
Mi giro e Kiedis mi ride, come Chad e Flea che mi fa l'occhilino.
Sentivo la musica nelle vene, era un sogno, non ci credevo.
Quando mia madre aprì la porta per chiamarmi la cantina ripiombò in un silenzio assoluto, nirvana, appunto. Andai nella mia stanza e mi buttai a letto.
Mi rodeva il pensiero di ciò che era accaduto ma non sapevo darmi una spiegazione.Non riuscivo a prender sonno e nella mia testa ronzavano sillabe indistinte che si componevano fino a diventare parole..smellskurtteenhotredpepperschillispiritchadflealikecobain..mi sembrava di impazzire ma non ne venivo a capo. Finalmente arrivò Morfeo che con la sua voce seducente mi fece piombare nel più profondo dei sonni.
Penserete, ah! è finita la storia!
Invece no, infatti è proprio quando mi addormentai che succesero cose incredibili.
Andavo a spasso con la mia chitarra e il mio fedele plettro, i passanti mi guardavano in un modo strano, come se fossi il loro re. Mi trovai di fronte ad un grande Teatro,entrai.C'era un lunghissimo tappeto rosso, non riuscivo a vedere dove arrivava, ma credo al palco.
"Eccolo! Entra vieni!"
Allora mi incamminai tutti mi applaudevano, non sapevo se c'erano 1 o 2 milioni di persone, ed erano lì per me!
Arrivai al palco e..il fascio di luce dell'occhio di bue mi colpì
Non ci vedevo più, vedevo rosso, e inciampai rotolando fino ad una scaletta, a quel punto, come per magia, i miei occhi ripresero a vedere, e mi trovai davanti ad Anthony Kiedis, cantate dei red hot chili peppers, che mi diceva:
"Sarà pure un sogno, ma goditelo!
Suonai tutta la notte, il pubblico era in delirio. Fu un successo enorme. Facevo ufficialmente parte del gruppo dei Red Hot Chili Peppers.
Ma non finì qui, appena smisi di suonare, Anthony mi disse, ora vai, sennò Kurt Coiban si arrabbia.Perplesso corsi fuori dal teatro e a destra, c'era un altro teatro tutto blu con la scritta 'Nirvana Way' che illuminava!
Allora entrai, un tappeto blu, lungo come quello rosso dei red hot chili peppers. Arrivato al palco, salì e Kurt mi sorrideva e mi diceva: "Questo è il tuo sogno, ma anche il mio, finalmente torno a cantare! Facciamoli scaldare.
E fu proprio sulle note di Smells like teen spirit che arrivò la sorpresa.
Al momento dell'assolo, il palco si infiammò, come tutto il teatro! Il caldo era insopportabile per tutti gli altri, ma io e Kurt c'eravamo dentro, e cantavamo e suonavamo fino allo sfinimento! Tutti si alzarono in piedi scappando fuori dal teatro, e io che strimpellavo la mia fender sulle note di Smells like teen spirit!
C'era una piscina lì vicino, ci tuffammo tutti e due per sfuggire alle fiamme.Sott'acqua c'era proprio il bambino della copertina che nuotava beato, inseguiva l'one buck e rideva, rideva...
Ad un tratto Kurt ed io ci spaventammo, perchè iniziò ad essere inquietante quel sorriso del bambino che ci guardava con occhi grigi.
Da dietro arrivò uno squalo gigante! Kurt mi fece segno di scappare, nuotare velocemente.
Ma come potevo scappare velocemente: ero come bloccato. Non era paura la mia, solo una sensazione di stranezza che non avevo mai provato. Dovevo continuare a suonare e solo quello era importante!
Quando Kurt vide che non correvo dietro di lui cominciò ad urlare, mentre vedeva lo squalo avvicinarsi. Mi girai e vidi bene questa enorme bestia..lo squalo bianco è senza dubbio uno dei più affascinanti e misteriosi predatori del mare, ma non avrei mai pensato di poterlo vedere da così vicino. Il mio pensiero era contrastato: attrazione e terrore nascono nella mia mente umana.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.marconi.forumattivo.com
mariangela
Admin
avatar

Messaggi : 843
Data d'iscrizione : 14.09.10
Località : San Giuseppe di Cassola

MessaggioTitolo: Re: Esperimento letterario 2   Mar 07 Dic 2010, 05:44

La neve continuava a scendere, impetuosamente, era sera tardi, il camino mi teneva caldo.. C'era un silenzio "nirvana", la pace assoluta, il villaggio dormiva. Allora presi il lume e andai in cantina, con un bel tè caldo.
Presi lo scatolone della mia fantastica collezione di vinili e quando lo aprii il mio sguardo si incrociò con quello intenso di Kurt Cobain che mi fissava dalla copertina dell'ultimo 33 giri dei Nirvana.
La tazza di tè mi cadde di mano...Kurt mi aveva fatto l'occhiolino!
Che stranezza! Ero molto impaurito, ma allo stesso tempo ero curiosissimo, io lo ammiravo,Kurt, sarebbe stato fantastico parlarci, allora presi l'album, l'immagine mi guardava fissa negli occhi, e sentivo una voce, un po' rauca che mi girava in testa, non capivo le parole, credo sia una specie di dialetto americano... Ero spaventato, ma la mia curiosità mi spingeva a scoprire cosa poteva essere!
Ascoltai con attenzione sembrava il ritornello di Smell like ten spirit...ero rapito da questa voce. Tentavo di distrarmi, di pensare ad altro; mi feci un panino, provai a studiare ma la mia testa non mi permetteva di distrarmi da quanto era successo. Presi la chitarra e, dopo i primi accordi, mi resi conto che stavo suonando proprio Smell like ten spirit. Mai avevo suonato così bene!
Partii con un assolo da urlo, ma come poteva essere? non distinguevo nemmeno il bending dal distortore artificiale, chiusi gli occhi le mani andavano velocissime, mi bruciavano dalla velocità. La mia Fender reggeva, le corde per fortuna non erano di plastica, le avevo già cambiate.
Suonavo da sballo, mi sentivo il re del grunge e mentre le mie mani volavano sulle corde della mia Fender alla mia performance si unì un basso divino.I drums cominciarono a fare la loro parte,le tastiere giravano a 1000.
Fu la migliore esecuzione che avessi mai sentito di Smells like teen spirit e Io!!! c'ero dentro, in prima persona.
Ma ad un tratto, tutto si fermò e scomparirono tutti, ero li da solo, ma ad un certo punto la mia mano inizia a suonare Snow dei red hot chili peppers!
Mi sembra impossibile, Chad Smith, suona la batteria con furore, Kiedis si prepara a cantare e Flea, suona pazzamente il suo basso.
Mi giro e Kiedis mi ride, come Chad e Flea che mi fa l'occhilino.
Sentivo la musica nelle vene, era un sogno, non ci credevo.
Quando mia madre aprì la porta per chiamarmi la cantina ripiombò in un silenzio assoluto, nirvana, appunto. Andai nella mia stanza e mi buttai a letto.
Mi rodeva il pensiero di ciò che era accaduto ma non sapevo darmi una spiegazione.Non riuscivo a prender sonno e nella mia testa ronzavano sillabe indistinte che si componevano fino a diventare parole..smellskurtteenhotredpepperschillispiritchadflealikecobain..mi sembrava di impazzire ma non ne venivo a capo. Finalmente arrivò Morfeo che con la sua voce seducente mi fece piombare nel più profondo dei sonni.
Penserete, ah! è finita la storia!
Invece no, infatti è proprio quando mi addormentai che succesero cose incredibili.
Andavo a spasso con la mia chitarra e il mio fedele plettro, i passanti mi guardavano in un modo strano, come se fossi il loro re. Mi trovai di fronte ad un grande Teatro,entrai.C'era un lunghissimo tappeto rosso, non riuscivo a vedere dove arrivava, ma credo al palco.
"Eccolo! Entra vieni!"
Allora mi incamminai tutti mi applaudevano, non sapevo se c'erano 1 o 2 milioni di persone, ed erano lì per me!
Arrivai al palco e..il fascio di luce dell'occhio di bue mi colpì
Non ci vedevo più, vedevo rosso, e inciampai rotolando fino ad una scaletta, a quel punto, come per magia, i miei occhi ripresero a vedere, e mi trovai davanti ad Anthony Kiedis, cantate dei red hot chili peppers, che mi diceva:
"Sarà pure un sogno, ma goditelo!
Suonai tutta la notte, il pubblico era in delirio. Fu un successo enorme. Facevo ufficialmente parte del gruppo dei Red Hot Chili Peppers.
Ma non finì qui, appena smisi di suonare, Anthony mi disse, ora vai, sennò Kurt Coiban si arrabbia.Perplesso corsi fuori dal teatro e a destra, c'era un altro teatro tutto blu con la scritta 'Nirvana Way' che illuminava!
Allora entrai, un tappeto blu, lungo come quello rosso dei red hot chili peppers. Arrivato al palco, salì e Kurt mi sorrideva e mi diceva: "Questo è il tuo sogno, ma anche il mio, finalmente torno a cantare! Facciamoli scaldare.
E fu proprio sulle note di Smells like teen spirit che arrivò la sorpresa.
Al momento dell'assolo, il palco si infiammò, come tutto il teatro! Il caldo era insopportabile per tutti gli altri, ma io e Kurt c'eravamo dentro, e cantavamo e suonavamo fino allo sfinimento! Tutti si alzarono in piedi scappando fuori dal teatro, e io che strimpellavo la mia fender sulle note di Smells like teen spirit!
C'era una piscina lì vicino, ci tuffammo tutti e due per sfuggire alle fiamme.Sott'acqua c'era proprio il bambino della copertina che nuotava beato, inseguiva l'one buck e rideva, rideva...
Ad un tratto Kurt ed io ci spaventammo, perchè iniziò ad essere inquietante quel sorriso del bambino che ci guardava con occhi grigi.
Da dietro arrivò uno squalo gigante! Kurt mi fece segno di scappare, nuotare velocemente.
Ma come potevo scappare velocemente: ero come bloccato. Non era paura la mia, solo una sensazione di stranezza che non avevo mai provato. Dovevo continuare a suonare e solo quello era importante!
Quando Kurt vide che non correvo dietro di lui cominciò ad urlare, mentre vedeva lo squalo avvicinarsi. Mi girai e vidi bene questa enorme bestia..lo squalo bianco è senza dubbio uno dei più affascinanti e misteriosi predatori del mare, ma non avrei mai pensato di poterlo vedere da così vicino. Il mio pensiero era contrastato: attrazione e terrore nascono nella mia mente umana.Nelle vene non avevo più sangue ma adrenalina pura.
Il flash che mi balenò alla mente in quel momento di panico fu Giona. Giona che visse nel ventre della balena. Se ce l'aveva fatta lui potevo farcela anch'io.Se mi facevo mangiare dallo squalo stando attento a non finire sotto i suoi denti potevo starmene per qualche tempo nella sua pancia e partecipare in prima persona ai trip oceanici del mitico Squalo Bianco. E così feci.
Tornare in alto Andare in basso
Alessandro

avatar

Messaggi : 379
Data d'iscrizione : 01.12.10
Età : 19
Località : Fellette

MessaggioTitolo: Re: Esperimento letterario 2   Mar 07 Dic 2010, 09:42

La neve continuava a scendere, impetuosamente, era sera tardi, il camino mi teneva caldo.. C'era un silenzio "nirvana", la pace assoluta, il villaggio dormiva. Allora presi il lume e andai in cantina, con un bel tè caldo.
Presi lo scatolone della mia fantastica collezione di vinili e quando lo aprii il mio sguardo si incrociò con quello intenso di Kurt Cobain che mi fissava dalla copertina dell'ultimo 33 giri dei Nirvana.
La tazza di tè mi cadde di mano...Kurt mi aveva fatto l'occhiolino!
Che stranezza! Ero molto impaurito, ma allo stesso tempo ero curiosissimo, io lo ammiravo,Kurt, sarebbe stato fantastico parlarci, allora presi l'album, l'immagine mi guardava fissa negli occhi, e sentivo una voce, un po' rauca che mi girava in testa, non capivo le parole, credo sia una specie di dialetto americano... Ero spaventato, ma la mia curiosità mi spingeva a scoprire cosa poteva essere!
Ascoltai con attenzione sembrava il ritornello di Smell like ten spirit...ero rapito da questa voce. Tentavo di distrarmi, di pensare ad altro; mi feci un panino, provai a studiare ma la mia testa non mi permetteva di distrarmi da quanto era successo. Presi la chitarra e, dopo i primi accordi, mi resi conto che stavo suonando proprio Smell like ten spirit. Mai avevo suonato così bene!
Partii con un assolo da urlo, ma come poteva essere? non distinguevo nemmeno il bending dal distortore artificiale, chiusi gli occhi le mani andavano velocissime, mi bruciavano dalla velocità. La mia Fender reggeva, le corde per fortuna non erano di plastica, le avevo già cambiate.
Suonavo da sballo, mi sentivo il re del grunge e mentre le mie mani volavano sulle corde della mia Fender alla mia performance si unì un basso divino.I drums cominciarono a fare la loro parte,le tastiere giravano a 1000.
Fu la migliore esecuzione che avessi mai sentito di Smells like teen spirit e Io!!! c'ero dentro, in prima persona.
Ma ad un tratto, tutto si fermò e scomparirono tutti, ero li da solo, ma ad un certo punto la mia mano inizia a suonare Snow dei red hot chili peppers!
Mi sembra impossibile, Chad Smith, suona la batteria con furore, Kiedis si prepara a cantare e Flea, suona pazzamente il suo basso.
Mi giro e Kiedis mi ride, come Chad e Flea che mi fa l'occhilino.
Sentivo la musica nelle vene, era un sogno, non ci credevo.
Quando mia madre aprì la porta per chiamarmi la cantina ripiombò in un silenzio assoluto, nirvana, appunto. Andai nella mia stanza e mi buttai a letto.
Mi rodeva il pensiero di ciò che era accaduto ma non sapevo darmi una spiegazione.Non riuscivo a prender sonno e nella mia testa ronzavano sillabe indistinte che si componevano fino a diventare parole..smellskurtteenhotredpepperschillispiritchadflealikecobain..mi sembrava di impazzire ma non ne venivo a capo. Finalmente arrivò Morfeo che con la sua voce seducente mi fece piombare nel più profondo dei sonni.
Penserete, ah! è finita la storia!
Invece no, infatti è proprio quando mi addormentai che succesero cose incredibili.
Andavo a spasso con la mia chitarra e il mio fedele plettro, i passanti mi guardavano in un modo strano, come se fossi il loro re. Mi trovai di fronte ad un grande Teatro,entrai.C'era un lunghissimo tappeto rosso, non riuscivo a vedere dove arrivava, ma credo al palco.
"Eccolo! Entra vieni!"
Allora mi incamminai tutti mi applaudevano, non sapevo se c'erano 1 o 2 milioni di persone, ed erano lì per me!
Arrivai al palco e..il fascio di luce dell'occhio di bue mi colpì
Non ci vedevo più, vedevo rosso, e inciampai rotolando fino ad una scaletta, a quel punto, come per magia, i miei occhi ripresero a vedere, e mi trovai davanti ad Anthony Kiedis, cantate dei red hot chili peppers, che mi diceva:
"Sarà pure un sogno, ma goditelo!
Suonai tutta la notte, il pubblico era in delirio. Fu un successo enorme. Facevo ufficialmente parte del gruppo dei Red Hot Chili Peppers.
Ma non finì qui, appena smisi di suonare, Anthony mi disse, ora vai, sennò Kurt Coiban si arrabbia.Perplesso corsi fuori dal teatro e a destra, c'era un altro teatro tutto blu con la scritta 'Nirvana Way' che illuminava!
Allora entrai, un tappeto blu, lungo come quello rosso dei red hot chili peppers. Arrivato al palco, salì e Kurt mi sorrideva e mi diceva: "Questo è il tuo sogno, ma anche il mio, finalmente torno a cantare! Facciamoli scaldare.
E fu proprio sulle note di Smells like teen spirit che arrivò la sorpresa.
Al momento dell'assolo, il palco si infiammò, come tutto il teatro! Il caldo era insopportabile per tutti gli altri, ma io e Kurt c'eravamo dentro, e cantavamo e suonavamo fino allo sfinimento! Tutti si alzarono in piedi scappando fuori dal teatro, e io che strimpellavo la mia fender sulle note di Smells like teen spirit!
C'era una piscina lì vicino, ci tuffammo tutti e due per sfuggire alle fiamme.Sott'acqua c'era proprio il bambino della copertina che nuotava beato, inseguiva l'one buck e rideva, rideva...
Ad un tratto Kurt ed io ci spaventammo, perchè iniziò ad essere inquietante quel sorriso del bambino che ci guardava con occhi grigi.
Da dietro arrivò uno squalo gigante! Kurt mi fece segno di scappare, nuotare velocemente.
Ma come potevo scappare velocemente: ero come bloccato. Non era paura la mia, solo una sensazione di stranezza che non avevo mai provato. Dovevo continuare a suonare e solo quello era importante!
Quando Kurt vide che non correvo dietro di lui cominciò ad urlare, mentre vedeva lo squalo avvicinarsi. Mi girai e vidi bene questa enorme bestia..lo squalo bianco è senza dubbio uno dei più affascinanti e misteriosi predatori del mare, ma non avrei mai pensato di poterlo vedere da così vicino. Il mio pensiero era contrastato: attrazione e terrore nascono nella mia mente umana.Nelle vene non avevo più sangue ma adrenalina pura.
Il flash che mi balenò alla mente in quel momento di panico fu Giona. Giona che visse nel ventre della balena. Se ce l'aveva fatta lui potevo farcela anch'io.Se mi facevo mangiare dallo squalo stando attento a non finire sotto i suoi denti potevo starmene per qualche tempo nella sua pancia e partecipare in prima persona ai trip oceanici del mitico Squalo Bianco. E così feci.
Che fortuna! In tasco portavo dei fiammiferi! Questo squalo mangiava proprio di tutto!
Trovai un pezzo di legno, strappai un pezzo dalla mia maglietta e lo arrotolai sul legnetto, non vedevo niente, ma toccavo uno strano liquido, non sapevo cosa poteva essere, ma funzionava! allora accesi questa specie di lanterna e mi resi conto di quello che avevo intorno.. devo dirlo, era meglio stare al buio! Budella e cose varie dappertutto, ma c'era un posticino in fondo alla coda, dove decisi di strimpellare la mia chitarra, mentre strimpellavo,però, lo squalo agitò la coda e io andai a finire in quella melma di viscere!Allora tutto arrabbiato, iniziai a calciare la pancia dello squalo, fino a farlo fermare, continuai a strimpellare!A ogni suo movimento di coda, io suonavo più forte, fino al momento che mi sputò infastidito, scappando via! Mi ritrovai in acqua.Trovai un isola deserta, mi addentrai in una foresta dove incontrai Axl Roses che cantava con tutta la band Guns n' Roses!Allora mi unì con questi! Due chitarre, la mia e quella del fantastico Buckethead, con il suo "cappello"!
Tornare in alto Andare in basso
http://www.facebook.com/pages/R-H-C-P/114049978662582
mariangela
Admin
avatar

Messaggi : 843
Data d'iscrizione : 14.09.10
Località : San Giuseppe di Cassola

MessaggioTitolo: Re: Esperimento letterario 2   Mar 07 Dic 2010, 11:26

La neve continuava a scendere, impetuosamente, era sera tardi, il camino mi teneva caldo.. C'era un silenzio "nirvana", la pace assoluta, il villaggio dormiva. Allora presi il lume e andai in cantina, con un bel tè caldo.
Presi lo scatolone della mia fantastica collezione di vinili e quando lo aprii il mio sguardo si incrociò con quello intenso di Kurt Cobain che mi fissava dalla copertina dell'ultimo 33 giri dei Nirvana.
La tazza di tè mi cadde di mano...Kurt mi aveva fatto l'occhiolino!
Che stranezza! Ero molto impaurito, ma allo stesso tempo ero curiosissimo, io lo ammiravo,Kurt, sarebbe stato fantastico parlarci, allora presi l'album, l'immagine mi guardava fissa negli occhi, e sentivo una voce, un po' rauca che mi girava in testa, non capivo le parole, credo sia una specie di dialetto americano... Ero spaventato, ma la mia curiosità mi spingeva a scoprire cosa poteva essere!
Ascoltai con attenzione sembrava il ritornello di Smell like ten spirit...ero rapito da questa voce. Tentavo di distrarmi, di pensare ad altro; mi feci un panino, provai a studiare ma la mia testa non mi permetteva di distrarmi da quanto era successo. Presi la chitarra e, dopo i primi accordi, mi resi conto che stavo suonando proprio Smell like ten spirit. Mai avevo suonato così bene!
Partii con un assolo da urlo, ma come poteva essere? non distinguevo nemmeno il bending dal distortore artificiale, chiusi gli occhi le mani andavano velocissime, mi bruciavano dalla velocità. La mia Fender reggeva, le corde per fortuna non erano di plastica, le avevo già cambiate.
Suonavo da sballo, mi sentivo il re del grunge e mentre le mie mani volavano sulle corde della mia Fender alla mia performance si unì un basso divino.I drums cominciarono a fare la loro parte,le tastiere giravano a 1000.
Fu la migliore esecuzione che avessi mai sentito di Smells like teen spirit e Io!!! c'ero dentro, in prima persona.
Ma ad un tratto, tutto si fermò e scomparirono tutti, ero li da solo, ma ad un certo punto la mia mano inizia a suonare Snow dei red hot chili peppers!
Mi sembra impossibile, Chad Smith, suona la batteria con furore, Kiedis si prepara a cantare e Flea, suona pazzamente il suo basso.
Mi giro e Kiedis mi ride, come Chad e Flea che mi fa l'occhilino.
Sentivo la musica nelle vene, era un sogno, non ci credevo.
Quando mia madre aprì la porta per chiamarmi la cantina ripiombò in un silenzio assoluto, nirvana, appunto. Andai nella mia stanza e mi buttai a letto.
Mi rodeva il pensiero di ciò che era accaduto ma non sapevo darmi una spiegazione.Non riuscivo a prender sonno e nella mia testa ronzavano sillabe indistinte che si componevano fino a diventare parole..smellskurtteenhotredpepperschillispiritchadflealikecobain..mi sembrava di impazzire ma non ne venivo a capo. Finalmente arrivò Morfeo che con la sua voce seducente mi fece piombare nel più profondo dei sonni.
Penserete, ah! è finita la storia!
Invece no, infatti è proprio quando mi addormentai che succesero cose incredibili.
Andavo a spasso con la mia chitarra e il mio fedele plettro, i passanti mi guardavano in un modo strano, come se fossi il loro re. Mi trovai di fronte ad un grande Teatro,entrai.C'era un lunghissimo tappeto rosso, non riuscivo a vedere dove arrivava, ma credo al palco.
"Eccolo! Entra vieni!"
Allora mi incamminai tutti mi applaudevano, non sapevo se c'erano 1 o 2 milioni di persone, ed erano lì per me!
Arrivai al palco e..il fascio di luce dell'occhio di bue mi colpì
Non ci vedevo più, vedevo rosso, e inciampai rotolando fino ad una scaletta, a quel punto, come per magia, i miei occhi ripresero a vedere, e mi trovai davanti ad Anthony Kiedis, cantate dei red hot chili peppers, che mi diceva:
"Sarà pure un sogno, ma goditelo!
Suonai tutta la notte, il pubblico era in delirio. Fu un successo enorme. Facevo ufficialmente parte del gruppo dei Red Hot Chili Peppers.
Ma non finì qui, appena smisi di suonare, Anthony mi disse, ora vai, sennò Kurt Coiban si arrabbia.Perplesso corsi fuori dal teatro e a destra, c'era un altro teatro tutto blu con la scritta 'Nirvana Way' che illuminava!
Allora entrai, un tappeto blu, lungo come quello rosso dei red hot chili peppers. Arrivato al palco, salì e Kurt mi sorrideva e mi diceva: "Questo è il tuo sogno, ma anche il mio, finalmente torno a cantare! Facciamoli scaldare.
E fu proprio sulle note di Smells like teen spirit che arrivò la sorpresa.
Al momento dell'assolo, il palco si infiammò, come tutto il teatro! Il caldo era insopportabile per tutti gli altri, ma io e Kurt c'eravamo dentro, e cantavamo e suonavamo fino allo sfinimento! Tutti si alzarono in piedi scappando fuori dal teatro, e io che strimpellavo la mia fender sulle note di Smells like teen spirit!
C'era una piscina lì vicino, ci tuffammo tutti e due per sfuggire alle fiamme.Sott'acqua c'era proprio il bambino della copertina che nuotava beato, inseguiva l'one buck e rideva, rideva...
Ad un tratto Kurt ed io ci spaventammo, perchè iniziò ad essere inquietante quel sorriso del bambino che ci guardava con occhi grigi.
Da dietro arrivò uno squalo gigante! Kurt mi fece segno di scappare, nuotare velocemente.
Ma come potevo scappare velocemente: ero come bloccato. Non era paura la mia, solo una sensazione di stranezza che non avevo mai provato. Dovevo continuare a suonare e solo quello era importante!
Quando Kurt vide che non correvo dietro di lui cominciò ad urlare, mentre vedeva lo squalo avvicinarsi. Mi girai e vidi bene questa enorme bestia..lo squalo bianco è senza dubbio uno dei più affascinanti e misteriosi predatori del mare, ma non avrei mai pensato di poterlo vedere da così vicino. Il mio pensiero era contrastato: attrazione e terrore nascono nella mia mente umana.Nelle vene non avevo più sangue ma adrenalina pura.
Il flash che mi balenò alla mente in quel momento di panico fu Giona. Giona che visse nel ventre della balena. Se ce l'aveva fatta lui potevo farcela anch'io.Se mi facevo mangiare dallo squalo stando attento a non finire sotto i suoi denti potevo starmene per qualche tempo nella sua pancia e partecipare in prima persona ai trip oceanici del mitico Squalo Bianco. E così feci.
Che fortuna! In tasco portavo dei fiammiferi! Questo squalo mangiava proprio di tutto!
Trovai un pezzo di legno, strappai un pezzo dalla mia maglietta e lo arrotolai sul legnetto, non vedevo niente, ma toccavo uno strano liquido, non sapevo cosa poteva essere, ma funzionava! allora accesi questa specie di lanterna e mi resi conto di quello che avevo intorno.. devo dirlo, era meglio stare al buio! Budella e cose varie dappertutto, ma c'era un posticino in fondo alla coda, dove decisi di strimpellare la mia chitarra, mentre strimpellavo,però, lo squalo agitò la coda e io andai a finire in quella melma di viscere!Allora tutto arrabbiato, iniziai a calciare la pancia dello squalo, fino a farlo fermare, continuai a strimpellare!A ogni suo movimento di coda, io suonavo più forte, fino al momento che mi sputò infastidito, scappando via! Mi ritrovai in acqua.Trovai un isola deserta, mi addentrai in una foresta dove incontrai Axl Roses che cantava con tutta la band Guns n' Roses!Allora mi unì con questi! Due chitarre, la mia e quella del fantastico Buckethead, con il suo "cappello"!
Faceva un caldo boia ma suonammo lo stesso November Rain e come per incanto cominciò a piovere.
Intanto, dopo tutte queste avventure mi era venuta una fame pazzesca.
Axl mi invitò nella sua capanna e mi fece mangiare qualcosa che mi fece piombare in un sonno profondo.
Quando mi svegliai mi ritrovai a casa mia, nella mia stanza,vicino al mio letto c'era la mia Fender.La toccai, era bollente. Era stato sogno o realtà?

_________________
Tornare in alto Andare in basso
Alessandro

avatar

Messaggi : 379
Data d'iscrizione : 01.12.10
Età : 19
Località : Fellette

MessaggioTitolo: Re: Esperimento letterario 2   Mer 08 Dic 2010, 00:11

La neve continuava a scendere, impetuosamente, era sera tardi, il camino mi teneva caldo.. C'era un silenzio "nirvana", la pace assoluta, il villaggio dormiva. Allora presi il lume e andai in cantina, con un bel tè caldo.
Presi lo scatolone della mia fantastica collezione di vinili e quando lo aprii il mio sguardo si incrociò con quello intenso di Kurt Cobain che mi fissava dalla copertina dell'ultimo 33 giri dei Nirvana.
La tazza di tè mi cadde di mano...Kurt mi aveva fatto l'occhiolino!
Che stranezza! Ero molto impaurito, ma allo stesso tempo ero curiosissimo, io lo ammiravo,Kurt, sarebbe stato fantastico parlarci, allora presi l'album, l'immagine mi guardava fissa negli occhi, e sentivo una voce, un po' rauca che mi girava in testa, non capivo le parole, credo sia una specie di dialetto americano... Ero spaventato, ma la mia curiosità mi spingeva a scoprire cosa poteva essere!
Ascoltai con attenzione sembrava il ritornello di Smell like ten spirit...ero rapito da questa voce. Tentavo di distrarmi, di pensare ad altro; mi feci un panino, provai a studiare ma la mia testa non mi permetteva di distrarmi da quanto era successo. Presi la chitarra e, dopo i primi accordi, mi resi conto che stavo suonando proprio Smell like ten spirit. Mai avevo suonato così bene!
Partii con un assolo da urlo, ma come poteva essere? non distinguevo nemmeno il bending dal distortore artificiale, chiusi gli occhi le mani andavano velocissime, mi bruciavano dalla velocità. La mia Fender reggeva, le corde per fortuna non erano di plastica, le avevo già cambiate.
Suonavo da sballo, mi sentivo il re del grunge e mentre le mie mani volavano sulle corde della mia Fender alla mia performance si unì un basso divino.I drums cominciarono a fare la loro parte,le tastiere giravano a 1000.
Fu la migliore esecuzione che avessi mai sentito di Smells like teen spirit e Io!!! c'ero dentro, in prima persona.
Ma ad un tratto, tutto si fermò e scomparirono tutti, ero li da solo, ma ad un certo punto la mia mano inizia a suonare Snow dei red hot chili peppers!
Mi sembra impossibile, Chad Smith, suona la batteria con furore, Kiedis si prepara a cantare e Flea, suona pazzamente il suo basso.
Mi giro e Kiedis mi ride, come Chad e Flea che mi fa l'occhilino.
Sentivo la musica nelle vene, era un sogno, non ci credevo.
Quando mia madre aprì la porta per chiamarmi la cantina ripiombò in un silenzio assoluto, nirvana, appunto. Andai nella mia stanza e mi buttai a letto.
Mi rodeva il pensiero di ciò che era accaduto ma non sapevo darmi una spiegazione.Non riuscivo a prender sonno e nella mia testa ronzavano sillabe indistinte che si componevano fino a diventare parole..smellskurtteenhotredpepperschillispiritchadflealikecobain..mi sembrava di impazzire ma non ne venivo a capo. Finalmente arrivò Morfeo che con la sua voce seducente mi fece piombare nel più profondo dei sonni.
Penserete, ah! è finita la storia!
Invece no, infatti è proprio quando mi addormentai che succesero cose incredibili.
Andavo a spasso con la mia chitarra e il mio fedele plettro, i passanti mi guardavano in un modo strano, come se fossi il loro re. Mi trovai di fronte ad un grande Teatro,entrai.C'era un lunghissimo tappeto rosso, non riuscivo a vedere dove arrivava, ma credo al palco.
"Eccolo! Entra vieni!"
Allora mi incamminai tutti mi applaudevano, non sapevo se c'erano 1 o 2 milioni di persone, ed erano lì per me!
Arrivai al palco e..il fascio di luce dell'occhio di bue mi colpì
Non ci vedevo più, vedevo rosso, e inciampai rotolando fino ad una scaletta, a quel punto, come per magia, i miei occhi ripresero a vedere, e mi trovai davanti ad Anthony Kiedis, cantate dei red hot chili peppers, che mi diceva:
"Sarà pure un sogno, ma goditelo!
Suonai tutta la notte, il pubblico era in delirio. Fu un successo enorme. Facevo ufficialmente parte del gruppo dei Red Hot Chili Peppers.
Ma non finì qui, appena smisi di suonare, Anthony mi disse, ora vai, sennò Kurt Coiban si arrabbia.Perplesso corsi fuori dal teatro e a destra, c'era un altro teatro tutto blu con la scritta 'Nirvana Way' che illuminava!
Allora entrai, un tappeto blu, lungo come quello rosso dei red hot chili peppers. Arrivato al palco, salì e Kurt mi sorrideva e mi diceva: "Questo è il tuo sogno, ma anche il mio, finalmente torno a cantare! Facciamoli scaldare.
E fu proprio sulle note di Smells like teen spirit che arrivò la sorpresa.
Al momento dell'assolo, il palco si infiammò, come tutto il teatro! Il caldo era insopportabile per tutti gli altri, ma io e Kurt c'eravamo dentro, e cantavamo e suonavamo fino allo sfinimento! Tutti si alzarono in piedi scappando fuori dal teatro, e io che strimpellavo la mia fender sulle note di Smells like teen spirit!
C'era una piscina lì vicino, ci tuffammo tutti e due per sfuggire alle fiamme.Sott'acqua c'era proprio il bambino della copertina che nuotava beato, inseguiva l'one buck e rideva, rideva...
Ad un tratto Kurt ed io ci spaventammo, perchè iniziò ad essere inquietante quel sorriso del bambino che ci guardava con occhi grigi.
Da dietro arrivò uno squalo gigante! Kurt mi fece segno di scappare, nuotare velocemente.
Ma come potevo scappare velocemente: ero come bloccato. Non era paura la mia, solo una sensazione di stranezza che non avevo mai provato. Dovevo continuare a suonare e solo quello era importante!
Quando Kurt vide che non correvo dietro di lui cominciò ad urlare, mentre vedeva lo squalo avvicinarsi. Mi girai e vidi bene questa enorme bestia..lo squalo bianco è senza dubbio uno dei più affascinanti e misteriosi predatori del mare, ma non avrei mai pensato di poterlo vedere da così vicino. Il mio pensiero era contrastato: attrazione e terrore nascono nella mia mente umana.Nelle vene non avevo più sangue ma adrenalina pura.
Il flash che mi balenò alla mente in quel momento di panico fu Giona. Giona che visse nel ventre della balena. Se ce l'aveva fatta lui potevo farcela anch'io.Se mi facevo mangiare dallo squalo stando attento a non finire sotto i suoi denti potevo starmene per qualche tempo nella sua pancia e partecipare in prima persona ai trip oceanici del mitico Squalo Bianco. E così feci.
Che fortuna! In tasco portavo dei fiammiferi! Questo squalo mangiava proprio di tutto!
Trovai un pezzo di legno, strappai un pezzo dalla mia maglietta e lo arrotolai sul legnetto, non vedevo niente, ma toccavo uno strano liquido, non sapevo cosa poteva essere, ma funzionava! allora accesi questa specie di lanterna e mi resi conto di quello che avevo intorno.. devo dirlo, era meglio stare al buio! Budella e cose varie dappertutto, ma c'era un posticino in fondo alla coda, dove decisi di strimpellare la mia chitarra, mentre strimpellavo,però, lo squalo agitò la coda e io andai a finire in quella melma di viscere!Allora tutto arrabbiato, iniziai a calciare la pancia dello squalo, fino a farlo fermare, continuai a strimpellare!A ogni suo movimento di coda, io suonavo più forte, fino al momento che mi sputò infastidito, scappando via! Mi ritrovai in acqua.Trovai un isola deserta, mi addentrai in una foresta dove incontrai Axl Roses che cantava con tutta la band Guns n' Roses!Allora mi unì con questi! Due chitarre, la mia e quella del fantastico Buckethead, con il suo "cappello"!
Faceva un caldo boia ma suonammo lo stesso November Rain e come per incanto cominciò a piovere.
Intanto, dopo tutte queste avventure mi era venuta una fame pazzesca.
Axl mi invitò nella sua capanna e mi fece mangiare qualcosa che mi fece piombare in un sonno profondo.
Quando mi svegliai mi ritrovai a casa mia, nella mia stanza,vicino al mio letto c'era la mia Fender.La toccai, era bollente. Era stato sogno o realtà?
Non importava, io amavo così la mia fender, allora mi misi a suonare, ma non riuscivo più a fare assoli, riuscivo al massimo a fare un giro di Do . . .

10 anni dopo
*Concerto*
Oggi abbiamo suonato bene! Quando è il prossimo tour? Quello in Francia o in Giappone? Non mi importa, andrò dove mi porta il mio cuore, strimpellando per sempre! WuuU!

Il sogno era finito, la realtà era così, piaccia o no è questa, devi lottare per le tue passioni, per diventare ciò che vuoi, sennò sei solo un perdente.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.facebook.com/pages/R-H-C-P/114049978662582
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: Esperimento letterario 2   

Tornare in alto Andare in basso
 
Esperimento letterario 2
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 2Vai alla pagina : 1, 2  Seguente
 Argomenti simili
-
» Storia del giornalismo letterario(DE NUNZIO)
» VENDO LIBRI!
» cerco storia letteraria di roma. Fedeli volume unico
» Esperimento tarocchi classici

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
MARCONIFORUM :: Spazio studenti-
Andare verso: