MARCONIFORUM
Benvenuto nel forum dell'I.C. "G. Marconi" di Cassola -VI-.
Alcune funzioni del forum sono visibili a tutti, ma per partecipare devi iscriverti, compilando la richiesta di iscrizione e attendendo quindi l'invio di una mail di conferma al tuo indrizzo di posta elettronica.
Tutti i contributi sono graditi purchè espressi in modo educato e rispettoso nei confronti di terzi.
Alcune aree del forum rimangono comunque riservate e l'accesso alle stesse deve essere ulteriormente autorizzato dai moderatori. Ti aspettiamo!
Buona navigazione
MARCONIFORUM
MARCONIFORUM

Forum dedicato ad alunni, insegnanti, genitori, personale ata e di segreteria, ex alunni e simpatizzanti dell'I.C. Marconi di Cassola -VI-
 
IndiceIndice  CalendarioCalendario  FAQFAQ  CercaCerca  RegistrarsiRegistrarsi  Accedi  
Argomenti simili
Ultimi argomenti
» Vittorio Torneo di calcio di Carnevale
Dom 10 Mar 2013, 09:29 Da Bizz_otto_m

» Seminario ADI
Sab 19 Gen 2013, 23:43 Da Stefano

» Classi 2.0
Mer 02 Gen 2013, 03:43 Da mariangela

» Sondaggio colore forum (by Francesco)
Mar 25 Dic 2012, 09:15 Da Stefano

» Flipped Classroom
Lun 03 Dic 2012, 03:49 Da Stefano

» MUSICA PREFERITA DA RAGAZZI O PROFESSORESSE
Mar 27 Nov 2012, 01:43 Da elia99

» LET'S KEEP IN TOUCH
Lun 12 Nov 2012, 22:33 Da mariangela

» zaini troppo pesanti
Mer 24 Ott 2012, 07:56 Da Stefano

» 2012 materia preferita
Sab 22 Set 2012, 02:21 Da harry styles (veronica)

Cerca
 
 

Risultati secondo:
 
Rechercher Ricerca avanzata
Navigazione
 Portale
 Forum
 Lista utenti
 Profilo
 FAQ
 Cerca
Nativi digitali e scuola
Media education
Classe 2.0

Condividere | 
 

 Lettera agli studenti del Dirigente dott. Venturella

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Stefano
Admin
avatar

Messaggi : 614
Data d'iscrizione : 11.09.10
Età : 53
Località : Crespano del Grappa

MessaggioOggetto: Lettera agli studenti del Dirigente dott. Venturella   Gio 22 Set 2011, 01:43

Ciao a tutti,
non so se ne siate stati informati, ma il Dirigente Scolastico Provinciale, il dott. Venturella ha inviato alle scuola una lettera, espressamente per gli studenti.
Ve la allego di seguito, sapendo che se anche solo l'un per cento di voi la leggesse sarebbe già un ottimo risultato.
Se poi qualcuno di voi ragazzi volesse anche fare qualche commento personale sarebbe proprio una grande cosa.
Ciao

Vicenza, 12 settembre 2011

I
….Molto breve è la vita di chi dimentica il passato, trascura il presente e ha paura del futuro...
Cerchiamo, dunque, che ogni momento ci appartenga:
ma non sarà possibile se prima non cominceremo noi
ad appartenere a noi stessi...”
(Lucio Anneo Seneca, De brevitate vitae, XVI)
“Dicono che c'è un tempo per seminare
e uno più lungo per aspettare
io dico che c'era un tempo sognato
che bisognava sognare”
( Ivano Fossati, C’è tempo )

Cari Studenti,

Bentornati a scuola!

Lo so che sareste rimasti volentieri in vacanza: ma ogni cosa ha il suo tempo. Adesso dobbiamo riprendere l’impegno quotidiano.
Il clima stesso che si respira oggi nel nostro Paese ci richiama prepotentemente alla responsabilità, alla fatica, ad uno stile di vita sobrio, essenziale.
Ripartiamo pieni di fiducia, anche se vi è la percezione di una crisi profonda che attraversa le istituzioni, la politica, la vita individuale e collettiva, perché si è smarrito il senso dello Stato e del bene comune, il rispetto delle regole, la dimensione etica del vivere, e l’illegalità diffusa viene ritenuta normalità. Il rischio è quello di lasciarsi prendere dalla sensazione di disincanto, di rassegnazione o di impotenza.
Ricordatevi che, soprattutto in questo tempo di precarietà, di incertezza e di smarrimento, la conoscenza è l’unica ricchezza che non può subire svalutazioni ed espropri. E’ un bene che ci appartiene veramente perché mette radici nel profondo della nostra interiorità e della nostra coscienza.
Su di essa conviene investire. Per questo, non dovete chiedere alla scuola sconti o scorciatoie, ma che abbia la capacità di valorizzare, in modo efficace, il tempo dell’apprendimento, perché tutti siano messi in grado di esercitare, con piena coscienza e libertà, i diritti e i doveri, consapevoli di far parte di una comunità sociale e civile che ha bisogno del contributo di tutti.
La scuola, nonostante tutto, rimane luogo privilegiato per imparare ad apprendere, a pensare con la propria testa, ad esercitare una libertà che sa coniugarsi con quella degli altri, dove si fa esercizio di democrazia per diventare “cittadini sovrani e non sudditi”, come diceva don Lorenzo Milani.
In questo cammino, a volte faticoso, della conoscenza, dovete sentirvi attori, perché se i saperi non sono rielaborati criticamente e interiorizzati, se non diventano competenze, rischiano di rimanere vana erudizione, inutili pesi che non aiutano a capire la realtà, a coglierne il significato, ad orientare la vita secondo criteri di bene, di verità, di giustizia, di solidarietà.
Saper vivere oggi nella complessità, in una pluralità di idee e di esperienze, richiede una solida formazione interculturale e il superamento di un’identità chiusa, nel solco di una lunga tradizione di accoglienza che ha caratterizzato la storia del nostro territorio e che non possiamo rinnegare e smarrire.
Dall’esperienza del passato bisogna prendere coraggio per costruire un futuro aperto al mondo “senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali” (art. 3 della Costituzione), considerando tutti uguali in dignità e appartenenti all’unica famiglia umana.
Noi adulti, a qualsiasi titolo educatori, siamo pronti ad accompagnarvi in questo viaggio e a prenderci cura della vostra formazione, anche se noi stessi, a volte, ci sentiamo stanchi e inadeguati rispetto al compito di rispondere alle tante e inedite sfide.
Aiutateci a leggere i vostri bisogni, a interpretare i vostri silenzi. Aiutateci a comprendervi, perché possiamo svolgere la nostra funzione con maggiore efficacia, tenendo conto delle vostre domande, anche se esigenti o inespresse.
Insieme possiamo farcela: nella scuola, nella famiglia, nella società vi sono tante persone autorevoli e disponibili che possono diventare punti di riferimento per il vostro cammino.
Per parte mia, continuo a rimanere un irriducibile uomo di speranza e a coltivare il sogno di nuova umanità. Questo mondo nuovo è possibile realizzarlo con il contributo di tutti. Sono convinto, infatti, che il mondo apparterrà a coloro che sapranno trovare ragioni di vita e di speranza. A me basta poterlo immaginare attraverso i vostri occhi luminosi pieni di futuro!
Ma ricordate che ogni vera rivoluzione comincia prima di tutto da se stessi!
Il Paese ha bisogno di voi.

Vi abbraccio tutti con affetto.

Buon anno scolastico!






Franco Venturella
Tornare in alto Andare in basso
http://marconi.forumattivo.com
Bisi...99

avatar

Messaggi : 84
Data d'iscrizione : 29.12.10
Età : 18
Località : S.Zeno

MessaggioOggetto: Re: Lettera agli studenti del Dirigente dott. Venturella   Gio 22 Set 2011, 03:35

molto bella e anche significativa Very Happy
Tornare in alto Andare in basso
mariangela
Admin
avatar

Messaggi : 843
Data d'iscrizione : 14.09.10
Località : San Giuseppe di Cassola

MessaggioOggetto: Re: Lettera agli studenti del Dirigente dott. Venturella   Gio 22 Set 2011, 04:51

E' una lettera rivolta agli studenti ma ha tanto da dire anche a noi insegnanti.
La citazione di Seneca coglie proprio l'essenza della vita al di là del tempo e delle diversità culturali.
In una lettera così non poteva mancare una parte dell'eredità lasciataci da Don Milani.
Che grandi uomini e che grandi maestri!
Grazie Stefano per averla postata.
Tornare in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




MessaggioOggetto: Re: Lettera agli studenti del Dirigente dott. Venturella   

Tornare in alto Andare in basso
 
Lettera agli studenti del Dirigente dott. Venturella
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Lettera di una mamma
» Dott. Melis, urologo, Cagliari (Decimomannu) • VULVODINIA.INFO
» rifiuti assimilati agli urbani
» rifiuti speciali non pericolosi assimilati agli urbani
» Dott.ssa Ft. Lucia Dileo fisioterapista, Napoli • Associazione VulvodiniaPuntoInfo ONLUS

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
MARCONIFORUM :: Spazio studenti-
Andare verso: